Fabio Volo contro Ariana Grande: "A quattro zampe, vestita da mi**otta"

Fabio Volo contro Ariana Grande: “A quattro zampe, vestita da mi**otta”

Il conduttore contro la popstar americana per il video "7 Rings"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“Questa ragazzina è a quattro zampe, in ginocchio, impecorata che muove il c*lo e fa “l’ho visto, mi piace, lo voglio, ce l’ho/lo prendo”. Anche se con tono ironico, Fabio Volo ci va giù pesante parlando di Ariana Grande.
Nel corso del programma “Il Volo del Mattino” di  Radio Deejay, il conduttore ha puntato il dito contro “7 Rings”, video della popstar americana con oltre 500 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Il motivo?
Manderebbe un messaggio sbagliato alle bambine, che si trovano a crescere in una società che tira su “una generazione di mini mi**otte”.

“Ero in palestra sul tapis roulant e c’erano i televisori con questi canali di video musicali. A un certo punto c’è una che si chiama Ariana Grande, bellissima ragazzina, mora… Sembra abbia 15 anni, vestita di rosa, tutta sexy… se vado a una festa e una viene vestita così dico ‘chi è ‘sto puttanun? Come si è introiata‘. Le donne sono come i fiori, in base ai colori e ai profumi attirano un certo tipo di uomo. Se tu hai paura perché sei insicura e quindi esageri con la sessualità attirerai solo gente che ti vuole sdraiare. Questa ragazzina è a quattro zampe, in ginocchio, impecorata che muove il c*lo e fa ‘l’ho visto, mi piace, lo voglio, ce l’ho/lo prendo’. Tutto il videoclip era un richiamo sessuale. Pensa io padre di due femmine, vado a lavoro, faccio le mie cose, mentre una società mi sta imputtanando la figlia. Ma non è possibile sia legale, che una per cantare una canzone si metta a quattro zampe, vestita da mi**otta e muova il c*lo facendo ‘I want it, I got it…’.”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it