I live che guariscono. Ancora sold out per Michele Bravi

I live che guariscono. Ancora sold out per Michele Bravi

Anche per la terza data a Milano del cantante non sono più disponibili biglietti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’anno di Michele Bravi è stato una tempesta di alti e bassi. Da quel 22 novembre del 2018, anche la cosa più semplice è diventata difficile. Parlare, dormire, scrivere e persino cantare. Oggi, l’ex X Factor ha conquistato il suo terzo sold out per le date che lo vedranno live il 18, 19 e 20 ottobre. Bravi sarà al Teatro San Babila di Milano per tre concerti piano e voce. Una dimensione il più possibile intima per ritrovare il contatto con il pubblico.

E i suoi fan non vedevano l’ora di rivederlo nell’habitat che gli è sempre stato più congeniale: il palco. I biglietti sono andati venduti nel giro di pochissime ore. Così quello che doveva essere un unico concerto si è prima sdoppiato e poi triplicato. Al momento le date restano tre ma i fan non aspettano altro che il ritorno si trasformi in un tour più consistente.

Intanto, per Michele si prospettano i live più difficili della sua vita. “Sono sempre stato uno che parlava molto, il silenzio mi spaventava. Ho iniziato a scrivere canzoni proprio perché mi faceva così paura e preferivo riempirlo con le melodie che avevo in testa. Eppure sono stato mesi senza dire una parola”, ha raccontato all’indomani dell’incidente che ha causato la morte di una 58enne. Colpevolezza a parte, è impossibile togliere dalla propria testa certe immagini.

È dura- ha detto più avanti -. A un certo punto ti dimentichi di come è il mondo, anche di come è essere leggeri su tante cose. Anche uscire di casa ha un peso diverso: le persone care ormai sono la mia casa. Non so se le cose torneranno mai come prima, in questo senso. Però mi mancano le persone, tantissimo. Mi manca la gente. La voglia di incontrarla è ancora tanta. Sto muovendo i primi passi“. Ora non resta che aspettare ottobre.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it