Clima. Studenti a Montecitorio: “In piazza, così non si può andare avanti”

Presentazione della Climate Action Week, sciopero globale il 27 settembre
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Salvare il pianeta perché così non si può andare avanti. Gli studenti tornano in piazza con la Climate Action Week, la settimana d’azione per il clima che culmineraà con lo sciopero globale del 27. Oggi la presentazione davanti a Montecitorio per chiedere un impegno della politica per la riconversione ecologica dell’economia.

Tante le iniziative in programma dal 20 al 27 settembre, quando studenti di tutte le età riempiranno le piazze italiane. Il corteo del 27 a Roma partirà da piazza della Repubblica per concludersi alle 13.30 a piazza Venezia dove prenderanno la parole ragazzi di tutte le età Riccardo Nanni, studente di Roma, spiega: “Scendiamo in piazza perché il mondo così com’è non può andare avanti, sono tante le richieste che facciamo e tutte mirano a una riconversione della nostra economia in una chiave ecosostenibile”.

La principale richiesta dei giovani è “una riconversione energetica ossia l’abbandono dei combustibili fossili entro il 2050 e un investimento sulle fonti rinnovabili. Inoltre- spiega Nanni- chiediamo una riconversione agroindustriale in chiave completamente vegetale: sappiamo che è una scelta difficile ma dovrà essere fatta nel corso degli anni, azzerando gli allevamenti perché sono una delle principali cause di inquinamento del nostro pianeta. Inoltre chiediamo un sistema di trasporti efficiente collettivo, che permetta alle persone di non usare l’auto e quindi di non inquinare”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it