Wrongonyou torna con "Mi sbaglio da un po'" e il debutto in italiano è vincente

Wrongonyou torna con “Mi sbaglio da un po'” e il debutto in italiano è vincente

Marco si lascia alle spalle la scrittura in inglese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Wrongonyou è tornato a sorprendere con il suo stile distintivo. Il cantautore è tornato la scorsa notte su tutte le piattaforme con “Mi sbaglio da un po’”, il suo primo singolo in italiano. Base e scrittura si fondono in un pezzo che rimane impresso sin dal primo ascolto.

“Mi sbaglio da un po’” apre a una nuova fase della carriera di Wrongonyou, che finora ha sempre scritto in inglese. Una fase, piene di anteprime, che culminerà con la pubblicazione del primo album in italiano, la cui uscita è prevista per ottobre, e con il suo primo tour prodotto da Humble Agency.

Il titolo è un gioco di parole che prende ispirazione dal nome d’arte di Marco Zitelli (vero nome di Wrongonyou), scritta a quattro mani insieme a Zibba e prodotta da Katoo, è una liberatoria dichiarazione d’amore dove alla voce e alle chitarre di Wrongonyou si aggiunge un crescendo di ritmiche acustiche che esplodono nel finale in un coro maestoso.

“A volte mettere da parte l’ego può solo che aiutare – afferma Wrongonyou – sia in una relazione ma anche nell’individualità di ciascuno: mettersi in discussione può solo che essere una svolta! All’interno del brano c’è uno special fatto con un coro gospel che in verità sono semplicemente io che ho sovrainciso 28 volte la mia voce e che dice ‘a volte è facile, a volte è difficile, ma io ancora credo in noi’ . Mi sbaglio da un po’ è la prima canzone che ho scritto per questo disco ed è anche l’unica canzone che ho traslato dall’inglese all’italiano. Proprio per questo, ho voluto che fosse la prima ad inaugurare questo nuovo percorso!”

La sfida con la lingua madre nasce dal desiderio del cantautore di mettersi a nudo davanti al suo pubblico e comunicare le sue storie e le sue emozioni senza il filtro dell’inglese. Un cambio lingua che non lo snatura, ma che anzi lo porta a un livello successivo, introducendo nella voce sonorità elettroniche su testi in italiano. Assolutamente promosso!

Quello che c’è da sapere su Wrongonyou

Wrongonyou, all’anagrafe Marco Zitelli, si è avvicinato alla musica folk grazie ad artisti internazionali come Bon Iver e Fleet Foxes. Da subito si è affermato come un artista dal talento fuori dal comune: la sua musica è infatti dotata di una forte componente emotiva ed immaginifica, capace di toccare le corde più profonde dell’animo di chi lo ascolta.

Il cantautore si è fatto notare grazie ad alcuni suoi brani caricati su Soundcloud che avevano attirato l’attenzione prima di un professore di Sound Technology all’università di Oxford, che gli fece incidere i primi 4 singoli, e poi della Carosello Records con cui ha pubblicato il primo EP “The Mountain Man” (2016) e il primo disco ufficiale “Rebirth” (2018). Il cantautore romano dal sound internazionale ha calcato i palchi di grandi festival internazionali come South by Southwest festival ad Austin in Texas (USA) e all’Europa Vox in Francia, Eurosonic Noorderslag in Olanda, Primavera Sound in Spagna e Home Festival in Italia. I suoi brani sono spesso diventati colonne sonore di film e serie tv (BABY su Netflix o il film “IL Premio” di Alessanfro Gassman per citarne alcuni), in Italia e nel mondo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it