Julia Liros, quando latin pop e regia si incontrano. L'intervista

Julia Liros, quando latin pop e regia si incontrano. L’intervista

L'artista ci ha raccontato il suo debutto come cantante
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una musica dai ritmi latini e una forza di volontà grandissima. Si potrebbe descrivere così Julia Liros, nome d’arte di Ludovica Lirosi. Attrice, ballerina, regista e dallo scorso giugno anche cantante.

L’artista ha pubblicato i suoi due primi singoli “Me gustan dos” e “Me siento sola”, dei quali ha diretto i videoclip fondendo le sue due più grandi passioni. Due brani in spagnolo dal sapore raggaeton e latin pop che la stessa Ludovica ha raccontato ai nostri microfoni. Ecco l’intervista.

Di più su Julia Liros – Ludovica Lirosi

La carriera da cantante è, quindi, solo la ciligiegina sulla torta di un percorso iniziato a 14 anni. Ludovica ha, infatti, iniziato a recitare alla scuola teatrale Permis De Conduire. Da lì in poi è stato tutta una conseguenza con la regia che ha occupato un posto sempre crescente nella sua vita. A 17 anni, infatti, scrive, dirige ed interpreta lo spettacolo teatrale “Le Jeu Du Theatre Prima Del Provino”

Nel 2016, da sola, fonda la società di produzione e distribuzione “LULIFILM”.

Scrive, dirige e produce il documentario in inglese “Too Much Stress from my Heart”, lungometraggio sul tema dell’immigrazione e l’integrazione nel nostro paese, girato tra il Marocco e l’Italia.

Il docu-film è stato distribuito su Netflix (Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Sud Africa e Inghilterra) ed attualmente è disponibile sulla piattaforma TATATU.

Il documentario è stato selezionato alla Festa del Cinema di Roma per “Alice nella Città” sezione Panorama, e ha vinto nel 2017 “Miglior film straniero” agli American Movie Awards. Il documentario è stato distribuito a livello europeo da Mediaset Distribution.

Tutti risultati che Ludovica, forse, non avrebbe mai pensato di ottenere, specialmente quando – come è capitato a tutti – arrivano i “no” o i mezzi che si hanno in mano sembrano non bastare. L’importante, come insegna la carriera di Julia, è non demordere: insistendo si ottiene tutto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it