Napoli, apertura dell'anno scolastico con 'un albero in ogni scuola'

Napoli, apertura dell’anno scolastico con ‘un albero in ogni scuola’

Presentata oggi all'ex base Nato di Bagnoli l'iniziativa della Regione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Abbiamo deciso di inaugurare l’anno scolastico qui alla base ex Nato a Bagnoli perché per noi è prioritario riportare questo posto che e’ stato per tanti anni un non luogo”. Così Lucia Fortini, assessora all’Istruzione della Regione Campania in occasione della presentazione dell’iniziativa ‘Un albero per ogni scuola della Campania’.

La giornata ha visto protagoniste più di 100 scuole che si sono ritrovate nell’ex base Nato per l’inaugurazione dell’anno scolastico. L’obiettivo del progetto presentato in questa occasione è quello di piantumare in ogni istituto della Regione un albero che verrà curato da docenti e studenti.

“La nostra idea di piantare un albero per ogni scuola è nata prendendo spunto dalle richieste che i nostri ragazzi ci hanno fatto presente- ha sottolineato Fortini- questo è un piccolo gesto, un gesto simbolico che però fa capire che la Campania c’è”.

Richieste che, dopo aver ricevuto attenzione mondiale con lo sciopero per il clima di venerdì, sono venute fuori anche dall’opinione dei ragazzi intervistati da diregiovani.it: “credo che questo sia un buon punto d’inizio e di dialogo tra noi ragazzi e le istituzioni- ha detto Alessandra, studentessa del liceo Vico di Napoli- noi pero’, come abbiamo già detto, siamo convinti che si possa fare di più e soprattutto essere più veloci, questo dev’essere solo l’inizio”.

Un ruolo fondamentale quello della scuola e dei suoi studenti che viene riconosciuto anche dalle istituzioni: “la scuola può fare tanto nel senso dell’educazione e della socializzazione- ha dichiarato l’assessore Fortini- in alcuni casi può anche fare da esempio. Sono convinta infatti che quello che i nostri ragazzi ci stanno trasmettendo sia un esempio, un messaggio importante che non possiamo non ascoltare”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it