Animali "mostruosi": la maestosa bellezza dell'aquila arpia

Animali “mostruosi”: la maestosa bellezza dell’aquila arpia

Il suo nome deriva dalla figura dell’arpia, creatura della mitologia greca con il viso di donna e il corpo di uccello
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Con una lunghezza complessiva che può scavallare anche un metro, l’aquila arpia è tra i rapaci più imponenti del mondo.
Questo maestoso uccello predatore è estremamente popolare su internet, in particolar modo su Reddit e Igmur, dove le sue foto accumulano una enorme quantità di like.

Il perché della sua fama è evidente. Oltre al suo sguardo inquietante, l’aquila arpia (Harpia harpyja) è anche grande. Davvero grande. Le femmine della specie possono raggiungere qualcosa in più di un metro di lunghezza, con un peso che può arrivare anche a 13 kg.  I suoi artigli, inoltre, sono più grandi di quelli di un orso grizzly!

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Will L Romero (@willromero48) in data:

Ancora più sorprendente la sua apertura alare, compresa tra i 170 e 224 cm.
Il maschio, invece, presenta misure un po’ più modeste, con un peso massimo di circa 7 kg.

Si nutre di piccoli mammiferi, perlopiù di bradipi e scimmie.

L’habitat dell’aquila arpia si estende dal Messico (dove è quasi estinta), attraverso l’America centrale e in Sud America fino al sud dell’Argentina.

Per quanto riguarda il suo nome, deriva dalla figura dell’arpia, creatura della mitologia greca con il viso di donna e il corpo di uccello.

Purtroppo non se la passa bene. Minacciata dalla deforestazione, è stata inserita dall’IUCN tra le specie “prossime alla minaccia” di estinzione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it