Volevo chiedervi se va bene aver preso Norlevo o era meglio Ellaone...

Volevo chiedervi se va bene aver preso Norlevo o era meglio Ellaone…

Cari medici,
Ieri ho preso la pillola Norlevo dopo un rapporto sessuale non protetto a causa della rottura del preservativo.
Era la prima volta che la prendevo, e spero anche l’ultima. Mancavano 5 giorni all’inizio delle mestruazioni e volevo chiedervi se va bene l’aver preso questa pillola o era meglio Ellaone. Cosa succede prendendo la pillola avendo già ovulato? La mia ovulazione è avvenuta minimo 10 giorni fa. Leggevo che le pillole aiutano a ritardarla, ma cosa succede se invece il rapporto non protetto avviene ad ovulazione terminata e poco prima del ciclo? Posso stare tranquilla?
Sono davvero molto in ansia
Grazie in anticipo

Virginia, 20 anni



Cara Virginia,
sono entrambi farmaci che ritardano o bloccano l’ovulazione in modo da cercare di evitare la fecondazione dopo un rapporto sessuale non protetto. Queste pillole non sono abortivi: non sono in grado di interrompere una gravidanza in atto né di impedire l’annodamento dell’ovulo fecondato, impediscono solo la fecondazione perché evitano il rilascio dell’ovulo dalle ovaie. La differenza sostanziale sta nelle ore di assunzione, se Norlevo va assunta entro 72 ore (cioè 3 giorni) dopo il rapporto, Ellaone si può assumere entro 5 giorni.
In realtà la loro efficacia è tanto maggiore quanto prima si assume, e Ellaone si è dimostrata più efficace del Norlevo anche se assunta nei primi giorni.
Da quello che ci descrivi eri fuori dal periodo fertile per cui non si evidenziavano rischi significativi. Se l’ovulazione è già avvenuto il corpo potrebbe comunque subire effetti collaterali legati all’elevato e brusco apporto ormonale. Possono quindi verificarsi dolori addominali, cefalee, nausee e vomito, ma anche irregolarità del ciclo (anticipi, ritardi o episodi di spotting).
Anche se ormai la contraccezione di emergenza è possibile, per le maggiorenni, richiederla in farmacia senza prescrizione del medico, consigliamo sempre di confrontarsi con il proprio ginecologo e valutare la necessità o meno di assumere il farmaco.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it