Milano, studenti reporter con Diregiovani all'ic 'Madre Bucchi'

Milano, studenti reporter con Diregiovani all’ic ‘Madre Bucchi’

Alunni impareranno tecniche giornalistiche e racconteranno storia di Giancarlo Siani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “Quindi anche noi potremo andare in giro a fare domande?”. É quello che hanno chiesto, entusiasti, gli alunni e le alunne della classe terza dell’istituto comprensivo parrocchiale ‘Madre Bucchi’ di Milano. Questa mattina diregiovani.it è stata infatti ospite a scuola per dare il via al progetto di giornalismo ‘La scuola fa notizia’.

I giovani reporter si sono subito calati nel ruolo, facendo domande, esprimendo opinioni, tentando di dare definizioni ai tanti aspetti di un argomento – quello del giornalismo – su cui non avevano mai riflettuto prima. E così, in un clima di vivace partecipazione, la piccola classe di soli 11 alunni ha piano piano ricostruito esperienze, idee e ricordi personali fino a comprendere appieno il mestiere del giornalista, e del cronista in particolare: come approcciare e impostare un articolo di cronaca, quali regole il giornalista deve rispettare nell’esercizio delle sue funzioni e quindi la funzione di utilità sociale propria dell’informazione giornalistica.

Diritti d’autore, tutela della privacy e rispetto della dignità sono stati altri temi discussi a partire dagli stimoli spontanei degli studenti.
Cronaca, dunque, ma anche l’intervista e la recensione sono altri due generi con cui i giovani redattori si confronteranno. Non può mancare poi il multimediale: come realizzare foto e video di qualità con i propri smartphone secondo le regole del mobile journalism.

Quello di oggi è stato anche il primo passo per lo sviluppo di un progetto formativo sulla figura di Giancarlo Siani, il giornalista ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985. Sono quattro, per ora, gli istituti comprensivi dell’area metropolitana di Milano che in collaborazione con l’agenzia Dire approfondiranno la storia e la tecnica giornalistica del cronista napoletano: oltre all’istituto ‘Madre Bucchi’, anche la scuola ‘Europa’, l’istituto comprensivo ‘Munari’, e l’istituto comprensivo ‘Sorelle Agazzi’.

A partire da una selezione di suoi articoli, pubblicati nel libro ‘Giancarlo Siani. Fatti di camorra’, studenti e docenti analizzeranno il testo, rielaboreranno la notizia e attualizzeranno i messaggi veicolati dagli scritti di Siani, per poi produrre contenuti nuovi e multimediali, da cronache a interviste a veri e propri tg.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it