Kim Kardashian fa causa ad un'app di fotoritocco: chiesti 10milioni di dollari

Kim Kardashian fa causa ad un’app di fotoritocco: chiesti 10milioni di dollari

La società iHandy, avrebbe utilizzato una foto della famosa star senza il suo consenso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo aver affrontato lo scorso febbraio una causa legale contro l’e-commerce Missguided USA, Kim Kardashian si trova nuovamente costretta a dover difendere la sua immagine.

Sembra infatti che un’app di fotoritocco, abbia usato uno dei suoi scatti senza il consenso dell’influencer.

Sweet Cam, questo il nome dell’app in questione, avrebbe reiteratamente utilizzato un selfie della regina di Instagram risalente al 2017, con l’unico intento di promuovere la propria applicazione.

Kim, ha per questo deciso di chiedere all’ iHandy Group, produttore dell’applicazione in questione, un risarcimento di ben 10 milioni di dollari per “aver guadagnato milioni di dollari grazie alla sua immagine”.

A nulla sono però servite le scuse della società, la quale ha inizialmente affermato di non essersi accorta che quella foto ritraesse proprio una delle influencer più pagate e famose del globo.

La risposta dei legali della signora West, è stata tempestiva: “Tra le migliaia e migliaia di foto presenti sul web e su Instagram, la società in questione non è stata in grado di riconoscere un famoso selfie di Kim Kardashian utilizzato dalla stessa per promuovere la propria linea di cosmetici. Tralasciando questo, stiamo parlando di una delle donne più famose e riconoscibili al mondo …. Tutto questo è ridicolo !”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it