Il “tenero” Quokka lancia i cuccioli contro i predatori per fuggire

Ogni animale ha il suo lato oscuro...

7 Novembre 2019

Con il suo musetto angelico questo piccolo marsupiale australiano si è conquistato il titolo di animale più felice del mondo.
Quando si vede un quokka (Setonix brachyurus), che sia in foto o dal vivo, un sorriso viene naturale.
E poi scopri che, in realtà, anche le creature più tenere hanno un lato oscuro.

Quando minacciata da un predatore, la femmina quokka lancia i cuccioli per fuggire indisturbata.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Wildlife Research nel 2005, spiega che questa strategia di sopravvivenza è già stata osservata in altri marsupiali, come canguri grigi e wallaby di palude.

In caso di pericolo, la femmina quokka può cercare una via di fuga “distraendo” il predatore. Per farlo espelle la prole dal marsupio i cui versi attirano l’attenzione del predatore in avvicinamento.

Strategia spietata, ma che funziona.

Sacrificare cuccioli per una ragione o per l’altra è in realtà abbastanza comune in tutto il regno animale.
Alcuni ragni come le vedove nere, ad esempio, mangiano la loro prole mentre le uova si schiudono, mentre alcune scimmie fanno cadere i loro cuccioli dagli alberi se ritenuti inadatti a far fronte alla loro struttura sociale del gruppo.

Nonostante il loro lato oscuro, i quokka sono tra gli animali più amati. Basti pensare che su Instagram spopola l’hashtag #quokkaselfies.

2019-11-07T11:14:28+01:00