Disney+, la piattaforma di streaming da oggi negli Usa e Canada

Disney+, la piattaforma di streaming da oggi negli Usa e Canada

L'arrivo sul mercato italiano è previsto per il 31 marzo 2020
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Debutta oggi, negli Stati Uniti e Canada, la piattaforma streaming targata Disney. La casa del topolino più famoso del mondo, entra di prepotenza nel mondo delle tv on demand schierando un catalogo impressionante che, oltre a contenere tutti i classici del passato, fa sfoggio del franchise ‘Avengers’, della sempre verde saga di ‘Star Wars’, di tutti i ‘gioielli’ creati da Pixar e della gialla famiglia ‘Simpson’. La lunghissima lista dei titoli presenti al lancio Usa, è stata rivelata dall’azienda americana in un tweet datato ottobre 2019.

In Italia Disney+ farà la sua comparsa il 31 marzo 2020 ma, per recuperare terreno nei confronti delle agguerrite rivali Netflix, Amazon Prime e Apple TV, la casa di intrattenimento californiana offrirà anche produzioni nuove e esclusive cominciando dalla miniserie in cinque puntate, ‘The Mandalorian’, che riprende la narrazione della galassia di ‘Guerre Stellari’, dopo le vicende raccontate nel ‘Ritorno dello Jedi’.

Altra esclusiva Disney+ sarà la versione live action di un classico del passato molto amato dal grande pubblico, ‘Lilli e il Vagabondo’, dove la Cgi(computer-generated imagery) sarà aiutata da due veri attori a quattro zampe addestrati.
L’abbonamento negli Usa costa 6,99 dollari al mese, circa sei euro, consentendo la creazione di sette account e permettendo a quattro di questi di connettersi contemporaneamente.

L’accesso ai servizi Disney+ sarà possibile da tutti o quasi i device presenti sul mercato: pc, smartphone, chromecast, Apple tv, Playstation, Xbox, Nintendo e ovviamente alle smart tv di ultima generazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it