Disobbedire a tutto ma non ai sentimenti: è fuori il nuovo brano degli ISIDE

Disobbedire a tutto ma non ai sentimenti: è fuori il nuovo brano degli ISIDE

La boyband bergamasca torna a suonare con una nuova canzone intitolata "Disobbedisco". "Paradiso" è il primo singolo uscito lo scorso ottobre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Roma – È fuori il secondo sigolo degli ISIDE, la boyband bergamasca che racconta l’amore ai tempi della trap e della cassa dritta. Dopo Paradiso, il brano d’esordio uscito lo scorso ottobre per Malinka Sound/peermusic Italy, da oggi suona su tutte le piattaforme streaming Disobbedisco. Il nuovo brano termina con le stesse parole con cui inizia, come fosse una tautologia, un loop mentale dal quale non si sa (o non si vuole) uscire.
La breve durata della canzone invoglia all’ascolto ripetuto più volte di seguito, per comprendere meglio la situazione complessa raccontata nel testo, a cui è difficile trovare soluzione.

«In Disobbedisco come in Paradiso il concetto di scelta gioca un ruolo fondamentale. 
Siamo stanchi, delusi di alcune situazioni che ci girano attorno, ma ancora incapaci di agire. 
“Meglio il mondo in fiamme che stare insieme a te” è la frase simbolo del brano, il manifesto della nostra inquietudine, che però non è supportata da una decisione fisica: non parliamo mai di azioni. La questione resta sempre dentro di noi, in un flusso di coscienza che non si riversa all’esterno. 
“Reggo tutto o mi disturbi”: i rapporti umani sono più intricati, non siamo lucidi, siamo disposti a soffrire fino al punto di farci distruggere. 
Siamo quindi arrabbiati, vogliamo disobbedire alle imposizioni che ci vengono date, ai limiti che inconsapevolmente ci stiamo ponendo, ma non riusciamo ad abbandonare i sentimenti, perché sono la parte più importante del nostro essere. La sofferenza fa parte dell’amore: il problema è intuire fino a dove sia giusto accettarla.»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it