Mille studenti bolognesi riuniti per parlare di social network

Mille studenti bolognesi riuniti per parlare di social network

Youtuber, forze dell'ordine e professionisti della sicurezza sui pericoli della rete
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Erano un migliaio, questa mattina al teatro Duse, gli studenti provenienti dalle scuole medie e superiori di Bologna e provincia. Hanno riempito la platea per assistere all’evento dal titolo ‘Quali strumenti e quali regole per un uso consapevole dei social network’, organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Bologna. “Quando guardate un quadro, per comprenderlo davvero bisogna osservarlo da più punti di vista, da diverse angolazioni”, ha spiegato Alessandro Salvadei.

Esperienze diverse, quelle raccontate dai professionisti come Silvia Marzocchi, magistrato presso il tribunale per i minorenni dell’Emilia Romagna o il professore del liceo ‘Minghetti’ Giorgio Sandrolini. ll giornalista Francesco Spada ha parlato alle ragazze e ai ragazzi principalmente di fake news e attendibilità delle informazioni invitando gli studenti a mettere in guardia anche i genitori a casa.

Claudia Lofino, funzionaria addetta del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per l’Emilia Romagna ha invece spiegato, attraverso alcuni episodi realmente accaduti, come avvengono le truffe e gli adescamenti in rete. Ma l’ospite che ha catturato di più l’attenzione è stata la youtuber Ambra Cotti, che ha raccontato la sua personale esperienza, il successo sui social network e i commenti negativi degli hater. Al pubblico di adolescenti più o meno coetanei ha voluto ricordare in particolare l’importanza di “utilizzare i social con consapevolezza e attenzione perché sono belli, divertenti e semplici ma possono comportare anche tanti rischi”.

Hanno partecipato all’evento studenti e docenti delle scuole ‘Rolandino’, ‘Salvemini’, ‘Laura Bassi’, ‘Mattei’, ‘Manfredi-Tanari’, ‘Crescenzi-Pacinotti’, ‘Montessori-Da Vinci’ e ‘Minghetti’.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it