Gravina di Catania, proclamato il nuovo baby sindaco

Gravina di Catania, proclamato il nuovo baby sindaco

Sindaco Giammusso: "Occasione straordinaria per comprendere importanza istituzioni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CATANIA – Durante la seduta tenutasi ieri il consiglio comunale dei ragazzi di Gravina di Catania ha eletto il nuovo ‘baby sindaco’. A ricoprire la carica sarà Giulia Pellegrino dell’istituto comprensivo ‘Tomasi di Lampedusa’ che subentra a Giulia Di Sano, la quale, ottenendo la licenza di scuola media ha lasciato l’incarico.

La cerimonia si è tenuta presso la sala consiliare ‘Peppino Impastato’ del comune di Gravina di Catania in presenza del sindaco Massimiliano Giammusso, di Claudio Nicolosi e Enzo Santoro, rispettivamente presidente e vicepresidente del consiglio comunale, degli assessori Franco Licciardello e Patrizia Costa e dei consiglieri comunali Cettina Cianciolo, Teresa Campanile, Angela Zanghì e Stefano Longhitano che hanno consegnato ai piccoli consiglieri una copia della Costituzione Italiana.

“Questa esperienza per voi sarà un’occasione straordinaria per comprendere il valore della partecipazione e dell’educazione civica- ha dichiarato il sindaco Massimiliano Giammusso rivolgendosi ai ragazzi– per noi è una gioia percepire tanto entusiasmo e voglia di fare nei vostri sguardi e nei vostri discorsi e sono sicuro che crescerà in voi ancora di più il senso di appartenenza alla comunità”.

Il ruolo di vicesindaco sarà ricoperto da Stefano Fiore dell’istituto comprensivo ‘Rodari Nosengo’ mentre la squadra degli assessori è formata da Andrea Scalia, Joukhadar A. Osman, Alessandro Notarrigo e Alberto Di Grazia. I baby consiglieri sono: Nicolò Lanza, Danilo Strano, Flavia Arcidiacono, Matteo Garagozzo, Simone Scordo, Alice Lombardo, Gabriele Randone, Federico Sicari, Asia Longhitano, Cristian Amato, Rebecca Sardisco, Luca Lo Fermo, Gioele, Pappalardo e Anna Prestifilippo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it