La Peace Run entra all'ic De Amicis di Palermo

La Peace Run entra all’ic De Amicis di Palermo

Arte, sport e fiaccolate con alunni di diversi istituti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Una tela lunga 150 metri, domani attraverserà le strade di Palermo. Si tratta della tela per la Pace che, da Palazzo di Città a Palazzo dei Normanni, verrà portata dai bambini di numerose scuole del capoluogo siciliano. L’evento rientra nella fitta rete di concerti, esposizioni d’arte, manifestazioni sportive, staffette, incontri sui diritti umani, iniziati l’8 novembre e che si concludernno domani pomeriggio, ed è organizzato dal movimento internazionale Peace Run e dal comune di Palermo, in sinergia con l’università di Palermo e l’accademia delle Belle Arti.

Suddivisa in sezioni, la tela è la gigantesca opera dei piccoli palermitani che hanno dipinto le rappresentazioni della pace, armonia, fratellanza, umanità, tolleranza, benessere ispirandosi alle 250 opere di Sri Chinmoy, artista e fondatore di Peace Run, esposte in questi giorni nelle sale di Palazzo Sant’Elia con la mostra Paintings for World Peace and Harmony’. Umanità è il tema rappresentato dagli alunni della direzione didattica ‘De Amicis’ che ieri hanno accolto la delegazione Peace Run, formata da atleti di diverse nazionalità, per ricevere la fiaccola della Pace.

“La fiaccola della Pace- ha detto la dirigente scolastica Giovanna Genco a diregiovani.it- è una staffetta che si tiene in tutto il mondo. Alla ‘De Amicis’ è passata di mano in mano a tutti i 726 bambini, girando per classi, corridoi, uffici di entrambi i nostri plessi”.

La preside Genco ha, inoltre, aggiunto come i piccoli artisti della scuola palermitana abbiano dipinto la loro porzione di tela insieme agli studenti del liceo artistico ‘Ragusa Kiyohara’. A disegnare 50 metri di tela per la pace anche i ragazzi dell’istituto penale Malaspina di Palermo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it