La Belgica è il nuovo graphic novel di Toni Bruno

La Belgica è il nuovo graphic novel di Toni Bruno

Una storia di finzione nel cuore di una vicenda reale, quella della spedizione belga in Antartide diventata leggendaria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Roma – Dopo il successo di “Da quassù la Terra è bellissima” ispirato alle missioni spaziali del Novecento, Toni Bruno torna in libreria con “La Belgica”, il nuovo graphic novel edito da Bao Publishing. Il romanzo grafico dedicato all’esplorazione racconta una nuova sfida alla conquista dell’ultima frontiera. Questa volta l’avventura è tra i ghiacci, verso il Polo Sud, a bordo di una nave leggendaria: La Belgica.

Una vecchia baleniera riadattata per una missione esplorativa estrema. Un equipaggio poco motivato, e dubbioso sull’esito della spedizione. Un capitano tutto d’un pezzo e due esploratori che ancora non sanno di essere destinati a diventare leggendari.
L’anno è il 1897 e Jean Jansen, il protagonista, non c’entra niente con questa storia, ma si ritrova a bordo e dovrà fare almeno un pezzo di strada con quell’equipaggio. Cercando la strada di casa, troverà il vero senso della sua vita.

Toni Bruno crea una storia di invenzione nel cuore di una vicenda reale, quella della spedizione belga in Antartide, capitanata da Adrien de Gerlache, diventata leggendaria. Con l’eleganza e maestria l’autore ci porta per mare e ci affida alle onde, certi solamente del fatto che saprà portarci a destinazione. Questa è la prima metà della storia, la cui conclusione uscirà a fine del 2020. 

La Belgica – Il canto delle sirene fa parte dei dieci volumi che in occasione del decennale di BAO Publishing contengono sedici pagine in più di contenuti extra e un logo dorato in copertina e sul dorso, solo per la prima tiratura.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it