'Ossigeno' nelle scuole, Zingaretti pianta albero all'ic Munari di Roma

‘Ossigeno’ nelle scuole, Zingaretti pianta albero all’ic Munari di Roma

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il presidente del III Municipio di Roma, Giovanni Caudo, hanno partecipato alla piantumazione, nell’istituto scolastico comprensivo Bruno Munari di via Costantino Perazzi, di uno dei 6 milioni di alberi, uno per ogni abitante, che la Regione metterà a dimora nei prossimi anni nell’ambito del progetto ‘Ossigeno’.

“Stiamo portando nelle scuole del Lazio, oltre all’efficientamento energetico, campi sportivi per i ragazzi e alberi e piante per rendere più belle. Il nostro programma prevede 6 milioni di alberi per dare un segnale nella nostra regione a tutti quanti sull’importanza della salvaguardia del pianeta. Un albero piantato per ogni cittadino del Lazio garantisce la bellezza e soprattutto la produzione di ossigeno. È una campagna bellissima che sta andando avanti molto bene”, ha spiegato Zingaretti parlando ai giovani studenti riuniti nel cortile dell’istituto. Oggi, ha aggiunto, “siamo qui per raccontarvi perché la piantumazione di 6 milioni di alberi in 250 luoghi del Lazio, che abbiamo deciso un mese fa vedendo l’Amazzonia in fiamme, è così importante: importante per la bellezza, perché una zona verde è più bella di una zona dove c’è solo cemento, ma anche perché ha a che fare con il futuro della vostra vita. L’aria è sempre più inquinata e serve una svolta, e questa idea va in questa direzione: dovevamo e volevamo fare qualcosa”.

E questi valori, ha sottolineato il minisindaco Caudo

“sono anche i nostri, quelli che cerchiamo di affermare ogni giorno nel nostro lavoro come amministrazione municipale. Per questo voglio ringraziare la Regione Lazio, che ci aiuta moltissimo ogni giorno: siamo in grande sintonia, sia con il presidente che come istituzioni”.

‘OSSIGENO’, L’INIZIATIVA DELLA REGIONE 

Sono oltre 5mila gli alberi e arbusti che in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi del 21 novembre la Regione pianterà in tutto il Lazio. Dal Castello di Santa Severa al Museo ornitologico di Ventotene, dall’università Sapienza di Roma alla Asl di Viterbo, dalla Palestra della legalità a Ostia alle Dimore storiche. Tra oggi e il weekend saranno coinvolte per la piantumazione dei nuovi alberi 270 persone, tra volontari della Protezione civile (con 110 associazioni), i guardiaparco che andranno nelle scuole.

Entra così nel vivo la campagna ‘Ossigeno’, presentata lo scorso ottobre dal presidente Zingaretti, che ha come obiettivo quello di arrivare alla piantumazione di 6 milioni di alberi, uno per ogni abitante del Lazio, grazie a un investimento di 12 milioni di euro dal 2020 al 2022 per produrre e acquistare alberi e arbusti autoctoni certificati.

La Regione Lazio si fa dunque promotrice di un’iniziativa di sensibilizzazione per spingere Comuni, grandi aziende, stakeholder, associazioni ambientaliste e onlus alla piantumazione diretta, in questo caso fornendo assistenza per la scelta delle piante e dei luoghi più adatti. Con la piantumazione di 6 milioni di alberi si arriverà all’assimilazione e compensazione di 240 mila tonnellate annue di anidride carbonica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it