La storia di Ranger, il cane affetto da nanismo che non crescerà mai

La storia di Ranger, il cane affetto da nanismo che non crescerà mai

Il nanismo ipofisario è una rara patologia dovuta ad una insufficiente secrezione della somatotropina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Nonostante l’aspetto da cagnolino, questo pastore tedesco è più grande di quello che sembra. Ranger ha già 2 anni ma resterà “cucciolo” per sempre.

Il cane è affetto da nanismo ipofisario, una rara patologia dovuta ad una insufficiente secrezione della somatotropina, meglio noto come ormone della crescita.
I pastori tedeschi sono tra i cani predisposti al nanismo ipofisario.

 

A due anni, Ranger dovrebbe essere molto, molto più grande, ma a causa delle sue condizioni non è potuto crescere come gli altri cani.

Sebbene il nanismo ipofisario in apparenza lo renda tenero, ha causato a Ranger diversi problemi di salute, come perdita di appetito, alopecia, pelle secca e dura.

Grazie ad un follower di Instagram, la sua mamma umana è venuta a conoscenza di alcune creme naturali che lo hanno aiutato a lenire i fastidi della pelle.

Ranger avrà bisogno di molte cure nel corso della sua vita.
Nonostante tutte le avversità, questo “vecchio cucciolo” è un cane felice e pieno di vita, seguito su Instagram da quasi 70 mila persone!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it