Sento di essere stata presa in giro da chi pensavo mi amasse…

Buona sera a tutti …Volevo avete un parere..vi ho scritto in precedenza per delle delucidazioni o meglio dei chiarimenti da un punto di vista psicologico-sessuale. È da 20 giorni che il mio ragazzo mi ha lasciata e solo ieri ho saputo la verità,  i veri motivi…con me ha parlato di mancanza di passione..mentre ad alte persone ha cambiato versione ovvero ha raccontato che mi ha lasciata perché non riusciva a reggermi per i miei comportamenti legati al fatto che mi ero confidata con lui su dei miei problemi famigliari che mi recavano molto dolore …Dato che chi meglio di un ragazzo ti può ascoltare e aiutare…ma a lui ha dato fastidio …l altro motivo è perché gli ha dato fastidio l avermi portata dal ginecologo per un piccolo incidente , convinto che lui non fosse la persona giusta …l altro motivo è stato che , nonostante lui sapesse che per me lui è stata la mia prima esperienza da un punto di vista sessuale , era stufo del nostro sesso , diventato monotono ….quindi io mi chiedo…posso stare male per una persona che mi ha buttata via per così poco ..Perchè si è dimostrato essere Immaturo , superficiale ….proprio una persona cattiva , senza cuore …..Vi prego aiutatemi…sto Male per me stessa perché mi sento che per tutto questo tempo sono stata presa in giro da una persona che ho amato e che pensavo mi amasse .. mi farebbe piacere ricevere dei consigli.

Antonella, 20 anni


Cara Antonella, ci dispiace per questa esperienza che hai vissuto e che ti ha lasciato così amareggiata. Da come descrivi la relazione è evidente che tu e il tuo ex ragazzo cercavate cose diverse l’uno dall’altra e questo ha portato alla rottura. Quando avete iniziato la storia, lui ti sembrava attento e interessato? come mai hai scelto proprio lui, cosa sentivi di poter condividere? ti facciamo tutte queste domande per cercare di aprire in te riflessioni importanti che speriamo possano portare più chiarezza; molto spesso, quando scegliamo una persona, siamo mossi da sentimenti e bisogni che non riconosciamo nell’immediato, ma sui quali è fondamentale fermarsi. Nell’altro siamo soliti riporre speranze e aspettative che molto spesso non ci fanno vedere oggettivamente la realtà delle cose, siamo mossi da un bisogno profondo di unione e condivisione che ci porta a valutare la relazione da un punto di vista soggettivo e personale. Da quanto scrivi infatti sembra che tu abbia investito molto in questa storia e che lui si sia sentito travolto da qualcosa che non è riuscito a sostenere. Ti chiedi come sia possibile star male per una persona che ti ha fatto soffrire così tanto, ma purtroppo non è mai possibile decidere per chi e quanto soffrire, ciò che è possibile fare è imparare dall’esperienza e comprendere cosa non è andato bene ed evitare di ricadere in dinamiche simili. Ad oggi crediamo possa essere importante per te fermarti e riflettere su ciò che è accaduto nella maniera più oggettiva possibile, senza giudizio e senza ricercare le colpe, solo così potrai dare un senso al tutto. Speriamo d’esserti stati d’aiuto e se ti va torna pure a scrivere per farci sapere come vanno le cose. Un caro saluto!

25 Novembre 2019