Parvana: il cartone per la Giornata contro la violenza sulle donne

Parvana: arriva al cinema il cartone contro la violenza sulle donne

Il film d'animazione è prodotto da Angelina Jolie
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne arriva oggi al cinema con Wanted Cinema I racconti di Parvana – The Breadwinner, pellicola basata sul best seller Sotto il burqa di Deborah Ellis (scrittrice pacifista e femminista). Prodotto da Angelina Jolie (attiva nel campo dei diritti umani da molto tempo) e diretto da Nora Twomey, il film d’animazione – presentato nella rassegna Cinema al MAXXI nella sezione ‘Alice nella Città Family’  – racconta la storia di una ragazzina di 11 anni che vive con la sua famiglia in una stanza di un piccolo condominio a Kabul, nell’Afghanistan dilaniato dalla guerra. Cresciuta sotto il regime talebano, quando suo padre viene arrestato ingiustamente, decide di travestirsi da ragazzo per aiutare la sua famiglia. Con grande determinazione, la ragazza trae forza dai racconti che ascoltava dal padre arrivando a rischiare la vita per salvarlo. Incantevole ed emozionante, ‘I racconti di Parvana’ è una pellicola necessaria e affascinante sul potere trascendente delle storie e sul loro potenziale di aggregazione e cura. Il film inoltre è un meraviglioso racconto di empowerment e immaginazione femminile di fronte all’oppressione e alla violenza.

Parvana, une enfance en Afghanistan - Bande-annonce officielle

Il film è stato girato non solo con un messaggio politico sui diritti delle donne, ma ha cercato in particolare di raccontare in maniera pragmatica questa storia attraverso gli occhi di una bambina. Il padre di Parvana – si legge sulle note di regia –   è sia un narratore che un insegnante per sua figlia e, quando viene arrestato, la ragazza avverte quel vuoto nella sua vita. Così in Parvana emerge qualcosa di diverso: si fa coraggio, prende il destino nelle mani e decide di tagliarsi i capelli per travestirsi da ragazzo e trasformarsi nel capofamiglia. Volevo rendere quella scena abbastanza concreta, una comprensione silenziosa tra Parvana e sua sorella che fa incrinare il loro rapporto, ma entrambe capiscono ciò che deve essere fatto“. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it