Dopo 35 anni i Goonies tornano al cinema: le curiosità sul cult Anni 80

Dopo 35 anni i Goonies tornano al cinema in 4k

Le curiosità più sfiziose sul cult Anni 80
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

A 35 anni dall’uscita, il film cult degli Anni 80 torna nelle sale cinematografiche italiane in versione 4k. Per tre giorni, il 9-10-11 dicembre, sarà possibile rivivere l’avventura dei Goonies, il famoso gruppo di ragazzini cresciuti in un quartiere dell’Oregon, chiamato Goon Docks.

Diretta da Richard Donner ma scritta e prodotta da Steven Spielberg, la pellicola viene ricordata dalla giovane generazione di quegli anni come una delle più appassionanti di sempre.

I Goonies – La storia

La storia racconta di un gruppo di ragazzini capeggiato da Mikey che, trovata una mappa del tesoro del pirata Willy l’Orbo, decide di partire con lo scopo di trovarlo per pagare gli imprenditori che vogliono sfrattare le loro famiglie. Dopo varie peripezie e ‘strani’ incontri, arriva finalmente la svolta che trasformerà la simpatica compagnia in un gruppo di piccoli, grandi, eroi.

I Goonies – Le curiosità

Moltissime sono le curiosità inerenti questo film.
Ne citiamo alcune tra le più singolari:

– L’attore che interpretava Sloth, il simpatico amico deforme, era un ex giocatore di football degli Okland Raiders e l’occhio e le orecchie si muovevano in modo asimmetrico grazie ad un telecomando che li gestiva a distanza;

– Alla fine del film, il ragazzino inventore Data, racconta di aver lottato e vinto contro un polipo gigante anche se in effetti di questa scena non vi e’ traccia. Il motivo? Semplicemente perché fu tagliata;

– Per costruire la nave pirata, chiamata Inferno, ci vollero quasi tre mesi e il regista, per ottenere una reazione naturale da parte dei piccoli protagonisti, fece in modo che nessuno di loro la vedesse prima delle reali riprese. Purtroppo però, alla vista della nave i ragazzini reagirono con grande entusiasmo, gioia e qualche parolaccia di troppo. Fu quindi necessario rigirare la scena;

– Il nome per intero del fratello maggiore di Mickey, Brand, è Brandon Walsh, stesso nome del personaggio della serie TV Beverly Hills 90210 interpretato cinque anni dopo da Jason Priestley;

– Il giovane protagonista, Mickey, finite le riprese si portò a casa la mappa del tesoro di Willy l’Orbo ma la mamma, anni dopo, la buttò via perché convinta che fosse cartaccia;

– Il nome Goonies deriva dal quartiere dove vivono i protagonisti, Goon Docks, e nello slang americano ‘goony’ significa ‘sfigato’.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it