La bellezza di Ariel il caracat: metà gatto e metà caracal

La bellezza di Ariel, metà gatto e metà caracal

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il suo aspetto non lascia dubbi: in Ariel scorre sangue selvatico.
La micia è un “caracat”, un incrocio tra un gatto domestico e un caracal. Ariel vive in Russia con i suoi genitori umani, Egor e Ksenia, e ha un seguito su Instagram di oltre 400 mila follower.

I suoi tratti selvatici si riflettono anche nel carattere.
Vivace e giocherellona, mangia come un caracal selvaggio e, come tale, può tirare fuori le unghie per proteggere se stessa e la sua mia famiglia.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ARIEL DOESN’T SHARE! 😾 ____ АРИЭЛЬ НЕ ДЕЛИТСЯ! 😾 ____ #arielcaracat #krazycatoftheday #pets #kucing #katt #animals #meowed #instacat

Un post condiviso da Каракет Ариэль (@ariel.caracat) in data:

Da brava gattina, invece, ama le coccole e guardare i cartoni animati e giocare con il suo papà umano.

Che cos’è un caracal?

Il caracal (Caracal caracal) è un felide di medie dimensioni originario dell’Africa, del Medio Oriente, dell’Asia centrale e dell’India. Chiamato anche “lince del deserto”, il nome caracal deriva dalle parole turche “kara”, che significa nero, e “kulak”, che significa orecchio.

Segno distintivo sono proprio le sue orecchie lunghe, dalla cui estremità sporgono dei ciuffi di pelo neri che arrivano fino a 8 cm.

Può raggiungere i 40-50 cm di altezza (alla spalla) per un peso compreso tra gli 8 e i 18 kg

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it