La classifica 2019 dei dialetti più sexy d'Italia

La classifica 2019 dei dialetti più sexy d’Italia

Il napoletano è al primo posto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Che il nostro Paese fosse ricco di dialetti -patrimonio culturale oltre che linguistico della nostra Penisola- era un fatto già noto da tempo, ma molto meno risaputo è invece il fatto che alcuni di questi dialetti sono in grado di smuovere gli ormoni. SpeedVacanze.it, il tour operator che ha inventato l’esclusiva formula dei viaggi per single e di gruppo, ha così stilato una nuova classifica dei dialetti più sexy d’Italia.

Senza nulla togliere alla soggettività del piacere o dispiacere legato ad un dialetto, ci sono comunque dei trend più generali messi in evidenza da questa classifica 2019 di SpeedVacanze.it, realizzata intervistando durante lo scorso mese di novembre un campione di mille uomini e mille donne, di età compresa tra i 18 ed i 57 anni, equamente distribuiti nelle diverse regioni d’Italia.

La classifica

Alla domanda “qual è secondo te il dialetto più sexy d’Italia?” il 28% del campione ha risposto “il napoletano”. Accattivante, suadente, caldo e musicale, il dialetto partenopeo si è imposto anche grazie ai grandi esponenti della musica leggera e del teatro.

Al secondo posto troviamo un altro dialetto del Sud: il 25% degli intervistati ha infatti indicato il dialetto siciliano come quello più eccitante.

Sul podio anche la Toscana. Secondo il 17% del campione è quello toscano  il dialetto più sexy, con la sua tipica “acca” aspirata.

A registrare molte preferenze nel ranking 2019 di SpeedVacanze.it troviamo poi al quarto posto con il 12% il piemontese seguito a ruota al quinto posto dal dialetto marchigiano con l’8%. Entrambi questi dialetti sono considerati come una parlata molto simpatica, ma meno sensuale di altre forme dialettali.

Nel corso del sondaggio è stato poi chiesto di indicare anche il dialetto più snervante, quello che invece di eccitare è in grado di inibire un approccio. Tra i dialetti penalizzanti troviamo al primo posto il milanese, considerato più chic ma «poco eccitante» per il 22% del campione.

Altro dialetto snervante è quello romano al secondo posto con il 18%. La stragrande maggioranza degli italiani vede nel romano -soprattutto quello diffuso dal cinema, dalla televisione e dalla musica- un dialetto «rude», ma questa caratteristica secondo una piccola parte degli intervistati (5%) è anche in grado di accendere la passione.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it