Quel contatto esterno tra i nostri genitali può essere stato pericoloso?

Quel contatto esterno tra i nostri genitali può essere stato pericoloso?…

Salve, vi chiedo aiuto e informazioni.
Oggi durante un momento intimo con il mio ragazzo lui prima mi ha masturbata dopo aver toccato il suo membro, poi me lo ha poggiato sulla vagina (senza penetrazione).
Dopo io ho praticato su di lui masturbazione e l’ho fatto venire sulla mia pancia. Successivamente dopo essersi lavato mi ha nuovamente toccata.
Dopo questa dettagliata e imbarazzante descrizione, chiedo, potrei essere incinta?
Potrei correre rischi se le sue mani avevano prima toccato il suo membro? O quel contatto esterno tra i nostri genitale può essere stato pericoloso? Vi prego aiutatemi perché davvero non so che fare, se prendere un test o direttamente la pillola. Grazie.

Anonima


Cara anonima,
da ciò che descrivi non sembrano esserci dei rischi, affinché vi sia un concepimento è necessaria la penetrazione che nel tuo caso non è avvenuta. Con la masturbazione o il contatto esterno tra i genitali (petting) non si rimane incinta. Tieni presente che il liquido seminale a contatto con l’aria non sopravvive a lungo perchè non è nell’ambiente idoneo quindi è piuttosto difficile che dopo l’eiaculazione e dopo che il tuo ragazzo si è lavato le mani lo sperma fosse in grado di fecondare. Possiamo specificare che la possibilità di rischio di fecondazione con le mani sporche potrebbe esistere nel caso in cui si penetra in profondità in vagina con un dito molto sporco di sperma appena eiaculato, sempre se ovviamente la donna si trova nel suo periodo ovulatorio. Se lo sperma è secco, o ci si è lavati le mani, o se il liquido seminale è rimasto all’aria le condizioni ottimali di sopravvivenza degli spermatozoi sono state vanificate. Per il futuro è sempre  preferibile stare più attenti all’igiene e avere contatti con le mani pulite. 
Speriamo di aver chiarito i tuoi dubbi.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it