Arriva ‘A Christmas Carol’, la miniserie firmata da Steven Knight

Arriva ‘A Christmas Carol’, la miniserie firmata da Steven Knight

Il nuovo adattamento vedrà come protagonista l’attore Guy Pierce nei panni dell’avido Ebenezer Scrooge
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Debutta oggi su FX e il 22 dicembre su BBC One, ‘A Christmas Carol’, la miniserie firmata da Steven Knight, autore di Peaky Blinders.

Esattamente come la serie incentrata sui gangster di Birmingham, questa rivisitazione di uno dei più conosciuti racconti di Natale, sarà caratterizzata da note oscure e crude.

“Questa rivisitazione di ‘A Christmas Carol’, rappresenterà quella che noi crediamo essere un’interpretazione all’avanguardia di una storia senza tempo”, ha affermato lo sceneggiatore e regista britannico.

Il nuovo adattamento, tratto dal più famoso racconto di Charles Dickens, vedrà come protagonista l’attore Guy Pierce nei panni dell’avido Ebenezer Scrooge.

Nel cast, ritroveremo anche Andy Serkis attore e nuovo regista di ‘Venom 2’, nei panni del fantasma del Natale passato. Stephen Graham di The Irishman sarà Jacob Marley, Joe Alwyn di Boy Erased sarà Bob Cratchit e, infine, Lenny Rush interpreterà Tiny Tim.

Una novità rispetto al racconto e inserita dall’autore stesso, è data dalla presenza del personaggio di Ali Babà interpretato da Katona Novak. Il protagonista originario del racconto del 1843, amava leggere ‘Le mille e una notte’ ed è proprio per questo che Ali Babà rappresenterà per lui il suo amico immaginario, nonché l’unico.

Produttore della serie inoltre, è Tom Hardy, il quale potrebbe anche affiancare la propria compagna Charlotte Riley, che nella serie interpreterà il fantasma del Natale presente, rivestendo un piccolo ruolo ancora sconosciuto. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it