VIDEO | Quando il pop è "Made in Napoli", I Desideri presentano "96/97"

VIDEO | Quando il pop è “Made in Napoli”, I Desideri presentano “96/97”

I due fratelli ai microfoni di Diregiovani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A metà tra pop neomelodico e rap, con i loro pezzi ‘Made in Napoli’, I Desideri (i fratelli Salvatore e Giuliano Desideri) hanno conquistato i loro conterranei ma anche un grosso numero di coetanei in giro per l’Italia.

I due ragazzi sono, infatti, i rappresentanti di una scena in continuo movimento e in forte ascesa. Dopo aver fatto parte della colonna sonora di ‘Gomorra’ e aver raccolto milioni di views e streams, il duo torna con il secondo album di inediti, ’96/97′. Il titolo, come si può ben intuire, simboleggia gli anni di nascita dei due fratelli. Il disco, come hanno spiegato Salvatore e Giuliano in un’intervista ai microfoni di Diregiovani, “rappresenta un passaggio fondamentale tra ciò che eravamo, ciò che siamo e ciò che vorremmo essere”. Una sorta di excursus tra passato, presente e futuro del duo.


Tredici le tracce inedite che raccontano il passaggio dalla trap più pura a un pop contaminato da varie influenze. È, insomma, l’album ‘del cambiamento’ e l’affermazione di due ragazzi che nella musica ci sono nati. Figli d’arte del cantante neomelodico Nico Desideri, Salvatore e Giuliano hanno iniziato nel 2011 proprio insieme al padre, incidendo diversi brani. Quell’influenza e l’attaccamento alle origini sono il nucleo fondante anche del loro ultimo disco.

Intrise di Napoli e di Sud sono anche le collaborazioni all’interno del disco. Ospiti dei due fratelli sono Geolier, Livio Cori, Peppe Soaks e Daniel Cosmic. Featuring selezionatissimi che si sono aggiunti a un team fatto tutto ‘da ragazzi’.

“Si viaggia per conoscere nuove realtà – hanno dichiarato- ma noi vogliamo fortemente rimanere in Campania perché amiamo stare tra la nostra gente, camminare per le strade, sentire le persone parlare. Amiamo la nostra terra”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it