Con 'Libri dietro le quinte' i ragazzi del Calamandrei 'riscoprono' la lettura

Con ‘Libri dietro le quinte’ i ragazzi del Calamandrei ‘riscoprono’ la lettura

La mini rassegna letteraria organizzata dai ragazzi e dalle ragazze del liceo partenopeo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Napoli – “La lettura per me e’ molto importante perche’ riesco a immedesimarmi in quello che leggo e a dimenticare per un po’ i problemi della vita quotidiana”. Sono questi i pensieri che Rosa, studentessa del terzo anno al Liceo ‘Calamandrei’ di Ponticelli, ha voluto condividere ai microfoni di diregiovani.it a margine dell’evento ‘Libri dietro le quinte’, mini rassegna letteraria organizzata e curata dai ragazzi e dalle ragazze del liceo partenopeo con la guida dell’associazione ‘art 33′ e la cooperativa ‘Sepofa’.

Le alunne e gli alunni hanno invitato ieri nei locali del NEST-Napoli est teatro, gli scrittori Lorenzo Marone, Luigi Gianpetraglia e Ottavio Mirra, dialogando con loro sul ruolo della lettura e degli scrittori nell’adolescenza, capaci di ispirare i giovani e farli sognare. “Questo progetto riguarda in particolare il rapporto che noi ragazzi e ragazze abbiamo con la lettura- ha spiegato Martina, impegnata anche lei con il percorso del ‘Calamandrei’- Vogliamo recuperare l’abitudine di leggere quotidianamente e di lasciare che la lettura entri nella nostra quotidianità. Grazie a questo progetto ci siamo avvicinati molto”.

Scopo del progetto è innanzitutto lasciare agli studenti e le studentesse completa autonomia sulla ricerca del libro e dell’autore, in modo che ognuno di loro possa trovare il proprio libro. Questo tipo di approccio ha consentito ai ragazzi di avere un’iniezione di fiducia necessaria per rinnovare una passione per la lettura che si era un po’ sopita. “Questo progetto da’ la possibilità a studenti e studentesse di sperimentare e imparare come si fa una rassegna culturale, come si organizza e, soprattutto, come si risolvono i vari problemi legati ad una rassegna editoriale- ha detto Debora Divertito della cooperativa ‘Sepofa’- Partendo dall’esempio degli scrittori e organizzatori di eventi legati alla cultura abbiamo cercato di aiutare i ragazzi e le ragazze a cercare il proprio libro, pescando il preferito nel mare magnum dei libri che si pubblicano adesso”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it