Sanremo 2020. Bugo e Morgan commentano la squalifica

Sanremo 2020. Bugo e Morgan commentano la squalifica

Ecco i retroscena della lite tra i due cantanti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SANREMO – La quarta serata del Festival di Sanremo ha visto la squalifica di Bugo e Morgan. I due si sono esibiti con  Sincero, ma a pochi secondi dall’inizio del brano, Bugo ha abbandonato il palco dopo che Morgan, senza preavviso, ha cambiato le prime strofe della canzone: “Le brutte intenzioni la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine, la tua arroganza fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa. Certo il disordine è una forma d’arte ma tu stai solo per invidia, ringrazia il cielo sei su questo palco, rispetta chi ti c’ha portato dentro“, ha cantato ieri l’ex giudice di X Factor.

Sono qui a giustificare la buona fede e la bontà che io ho messo in questo progetto con Morgan in nome dell’amicizia“, ha dichiarato nel pomeriggio Bugo durante la sua conferenza stampa. La canzone è mia-ha continuato- ma Marco Castoldi (in arte Morgan, ndr), è intervenuto magnificamente con la sua voce. Tutto è degenerato dalla sera delle cover. Lui mi ha chiesto di poter scegliere il pezzo, di poterlo riarrangiare e di poter dirigere l’orchestra. In nome dell’amicizia, ho accettato. Però mi sono ritrovato in diretta con una versione da eseguire che non conoscevo, ma ho cercato di cantarla nel migliore de modi. Non sono stato felice del risultato“. E ancora: “A questo punto, arriviamo a cosa è successo ieri sera. Ieri ero pronto a salire sul palco. Ero contento ma turbato. Io non sono uno che si lega le cose al dito, quindi ho deciso di andare avanti per amicizia. Ad un certo punto, Morgan ha iniziato ad insultarmi pesantemente con frasi del tipo ‘sei uno sfigato’, ‘sei un dilettante’, ‘non sai cantare’, ‘sei una me**a’, ‘sei un figlio di pu****a’, ‘non vali un ca**o’ e poi è passato ad insultare la mia famiglia. Io non ho replicato. Come avete visto ieri – ha raccontato- ho tardato un po’ ad entrare in scena perché ero davvero turbato, ma alla fine ho fatto il mio ingresso. Appena Morgan ha iniziato la strofa con altre parole ho preso il foglio (del testo, ndr) e sono andato via. Non mi piace fare queste pagliacciate, quindi ho cercato subito Amadeus per chiedergli scusa per il problema che avevo creato“.

Valerio Soave, presidente della Mescal (la casa discografica di Bugo): “Morgan non sta, bene ha bisogno di aiuto

Sulla squalifica di Bugo e Morgan dal Festival di Sanremo è intervenuto anche Valerio Soave, presidente della Mescal, casa discografica del cantautore piemontese.

È vero, Morgan ci è servito per partecipare a Sanremo perché Bugo non aveva così tanta notorietà da poter gareggiare da solo“, ha detto Soave.Morgan però– ha continuato- mi ha chiesto di firmare il pezzo di Bugo e abbiamo accettato. Poi un giorno mi arriva un contratto in cui Marco Castoldi richiedeva 55mila euro. Se non avessimo accettato, lui non avrebbe partecipato a Sanremo. Inoltre, da alcuni mesi Morgan accusa me e il mio team di boicottargli le partiture del brano. E questo non è vero, lo abbiamo trattato da ospite. Voglio che la gente apra gli occhi, è una persona che non sta bene. A volte è delirante, ha bisogno di aiuto. Chi gli sta attorno deve smetterla di montare tutte queste situazioni“.

Morgan: “Bugo ha violentato Sergio Endrigo

All’indomani della squalifica dal Festival di Sanremo, Morgan ha commentato l’accaduto in occasione della sua conferenza stampa, che si è tenuta dopo quella di Bugo.

Sapete perché mi sono inca***to? Perché lui ha violentato Sergio Endrigo (nella serata di Sanremo 70 dedicata ai duetti e alle cover i due hanno interpretato ‘Canzone per te‘, ndr)”, ha detto Morgan.Ieri-ha continuato- ho deciso di cambiare la prima strofa di ‘Sincero’ perche’ mi sono sentito offeso. Chi la fa l’aspetti“.

Nel commentare la squalifica l’artista ha accusato Valerio Soave, presidente della Mescal e tutto il suo team, di aver subito da loro mobbing.

Bugo deve ringraziarmi per averlo portato qua, ma io devo ringraziarlo per essersene andato ieri dal palco: mi sono liberato. La colpa della rottura tra e me Bugo è di Soave“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it