Campusband 4, Mario Lavezzi: "Cerchiamo il nuovo De André"

Campusband 4, Mario Lavezzi: “Cerchiamo il nuovo De André”

Sono aperte le iscrizioni per la nuova edizione del contest musicale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA -- “Speriamo di trovare qualcuno come De André. Lui ha fatto dei corsi scolastici importanti, però, poi ha scelto una strada che gli ha permesso di diventare quello che è diventato”. È questa la premessa di ‘Campusband Musica e Matematica 4’, il concorso nazionale rivolto a tutti gli studenti: cantautori, interpreti e gruppi musicali che si sono formati nelle scuole e nelle università italiane. A raccontarlo ai microfoni di Diregiovani è Mario Lavezzi, nella commissione del contest.

Campus Band 4. Mario Lavezzi presenta la nuova edizione del contest

Campusband è diventato un vero trampolino di lancio per tanti giovani musicisti: alcuni ragazzi hanno intrapreso la loro carriera artistica partendo proprio dal Campus. L’esempio più recente è Elisa Lamedica, vincitrice della scorsa edizione, che sul palco del Castello Sforzesco ha presentato il suo brano ‘Can’t Hold This Vibe’. Come da regolamento, la giovane cantautrice ha vinto un contratto discografico per la realizzazione e distribuzione del suo inedito con il relativo video, già disponibile su YouTube.

Come partecipare

Partecipare è semplice: basta inviare un inedito depositato regolarmente presso la SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) e una cover entro e non oltre il 30 maggio 2020. Le selezioni sono aperte anche per gli iscritti alle scorse edizioni e non sono esclusi i rapper e i trapper, come ha assicurato Lavezzi.

I concorrenti non devono avere più di 25 anni e devono frequentare l’università o le scuole superiori di secondo grado. Riguardo i gruppi, almeno il 30% dei componenti deve essere composto da studenti. Mogol, Mario Lavezzi e Franco Mussida, fondatore della Premiata Forneria Marconi, faranno da guida a tutti gli studenti.

Il primo consiglio di Lavezzi è quello di riuscire a scrivere una buona canzone, trovare la giusta empatia con il pubblico e dare un’interpretazione credibile: sono questi per il cantautore gli elementi giusti per fare bene. “L’emotività che si trasmette è quella che conta per colpire le persone”, ha assicurato Lavezzi.

La commissione di esperti selezionerà 12 finalisti (4 della categoria ‘Band’, 4 della categoria ‘Cantautori’ e 4 della categoria ‘Interpreti’) che si esibiranno dal vivo alla finale del concorso che si svolgerà all’interno della rassegna ‘Estate Sforzesca’ in scena al Castello Sforzesco di Milano.

Anche quest’anno il vincitore assoluto avrà diritto ad un contratto con un’etichetta discografica per la pubblicazione del brano inedito e della cover e per la realizzazione del videoclip del brano inedito. Tra i premi anche due borse di studio al Centro Europeo di Tuscolano e al Centro Professione Musica di Milano.

‘Campusband Musica e Matematica’ è un concorso sostenuto da SIAE, organizzato dalla Onlus ‘La partita del cuore -- Umanità senza confini’, con il patrocinio del Comune di Milano e media partner Rtl 102.5, Corriere della Sera-ViviMilano e l’Agenzia Di Stampa Dire e Diregiovani. Il regolamento è su www.campusband.it

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it