La Regione Lazio punta sui giovani: ecco 'GenerAzioni'

La Regione Lazio punta sui giovani: ecco ‘GenerAzioni’

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sostenere le nuove generazioni per dare maggiori opportunità, servizi e spazi ai ragazzi del Lazio, rendendoli così protagonisti dello sviluppo economico, culturale, sociale, turistico e sportivo del territorio e delle comunità. È l’obiettivo di ‘GenerAzioni: la Regione Lazio per i giovani’, il pacchetto di iniziative finanziate per quasi 8 milioni di euro dal 2018 a oggi, a cui si aggiungono quest’anno circa 2 milioni di nuovi investimenti. A presentarlo questa mattina allo Spazio Rossellini di Roma è stato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. All’evento hanno partecipato Chiara Pellacani, campionessa di tuffi di Roma, Giovanni Pini, cestista della Virtus Roma, ed Eugenio Campagna, concorrente di XFactor.

Tra le novità delle azioni dedicate ai giovani: il bando ‘Vitamina G’ riservato ai progetti ideati e realizzati dagli under 35, il potenziamento di ‘LAZIOSound’ a sostegno degli artisti emergenti ed esordienti, gli eventi della primavera 2020 di ‘Lazio YOUth Card‘ e l’inaugurazione del primo ostello di ‘Itinerario Giovani’, il bando rivolto agli enti locali per trasformare spazi pubblici inutilizzati in luoghi di incontro e scambio gestiti dai giovani per i giovani.

Vitamina G

Vitamina G è la nuova iniziativa della Regione Lazio per supportare il fermento giovanile attraverso il finanziamento di progetti ideati e realizzati dai giovani under 35. Il bando da 785mila euro che uscirà l’1 marzo si rivolge a gruppi informali, composti da un minimo di tre amici, o ad associazioni giovanili, per l’ideazione e la realizzazione di progetti volti a migliorare il territorio attraverso un contributo di 25mila euro a progetto e di una serie di servizi di accompagnamento.

LAZIOSound

LAZIOSound è invece il programma regionale dedicato ai giovani artisti per qualificare e arricchire l’offerta musicale under 35 del Lazio. Dopo la prima edizione sperimentale, la Regione ha quadruplicato il finanziamento: da 50mila euro del 2019 a 250mila euro del 2020. Due bandi in uscita a marzo, per un importo complessivo di 150mila euro, saranno dedicati agli artisti emergenti per nuove produzioni e tournée in Italia e all’estero. Potenziato il concorso per gli esordienti, a cui la Regione offrirà il suo contributo per la produzione musicale e l’esibizione in importanti festival europei.

Lazio YOUth Card

Lazio YOUth Card è l’app della Regione Lazio che garantisce ai ragazzi tra i 14 e i 30 anni un migliore accesso al turismo, alla cultura, allo sport e allo spettacolo. Non solo sconti, ma opportunità per i giovani del Lazio che avranno nuovamente accesso gratuito a tantissime iniziative speciali tra le quali il Sei Nazioni, gli Internazionali di nuoto, le partite della Virtus, il Romics, il Teatro dell’Opera. Riparte anche l’iniziativa che rende gratuito il biglietto del cinema ogni mercoledì. A oggi la Lazio YOUth Card ha raggiunto quota 70mila iscritti, più di 2mila le convenzioni attive in Italia, più di 35mila in Europa e oltre 50mila i biglietti gratuiti distribuiti.

La Regione Lazio ha lanciato lo scorso anno un bando da 5,2 milioni di euro dedicato agli enti locali per trasformare spazi pubblici inutilizzati in luoghi per i giovani. Verranno aperti così 18 nuovi luoghi – 9 ostelli e 9 spazi per attività – gestiti da ragazzi e ragazze, con l’obiettivo di dare vita a iniziative culturali, turistiche e ricreative in tutte le province del Lazio. Il primo nuovo ostello verrà inaugurato a Gaeta nel mese di marzo dal presidente Nicola Zingaretti.

“Il messaggio che voglio darvi è semplice- ha detto Zingaretti parlando ai tanti giovani presenti allo Spazio Rossellini– in questa Regione per voi ci sono delle opportunità. Questo perché i segnali che provengono dall’esterno sono molto inquietanti: negli ultimi 10 anni sono 850mila i ragazzi scappati dall’Italia, 120mila solo nel 2018. Una prima risposta a questo problema deve essere creare lavoro, opportunità e misura che supportino il diritto allo studio”. E ancora, “grazie alle nostre politiche giovanili i giovani possono viaggiare gratuitamente e dormire negli ostelli della regione per fare turismo. Con il bando Vitamina G invece finalizziamo a fondo perduto fino a 25mila euro le idee dei giovani per migliorare un quartiere, aprire spazi sociali e iniziare una attività. È una grande scommessa per le nuove generazioni. Credo sarà la più importante sperimentazione italiana, qualcosa che non si è mai visto”, ha concluso il presidente della Regione Lazio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it