MFW: Maria Vittoria Cusumano racconta le sfilate di Moncler e Casadei

MFW: Maria Vittoria Cusumano racconta le sfilate di Moncler e Casadei

Tra gli ospiti anche Giulia De Lellis, Diletta Leotta e Olivia Palermo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Milano, città del glam per eccellenza, è illuminata dai riflettori delle passerelle della fashion week durante cui gli stilisti stanno presentando la collezione autunno-inverno 2020/2021. 

Apre all’insegna della sostenibilità e dell’inclusione questa edizione della Milano Fashion Week. Ne è un bellissimo esempio Gilberto Calzolari, il primo a sfilare nelle giornate della moda milanese. Lo stilista porta in passerella organze e crepe de chine in 100% seta organica e certificata GOTS, fake-fur, splendidi tessuti provenienti da stock di magazzino di diverse industrie tessili per concludere, come sua consuetudine, con l’upcycling di materiali insoliti: in questo caso teli e ombrelli rotti vengono recuperati per diventare veri e propri abiti”, ha raccontato Maria Vittoria Cusumano, rientrata da pochissimi giorni da New York, dove è attualmente impegnata in un progetto che è ancora top secret, per assaporare le novità del mondo della moda. 

Gilberto Calzolari

GILBERTO CALZOLARI

Dopo una carriera di oltre 15 anni presso alcune tra le più importanti maison del lusso internazionale come Marni, Alberta Ferretti, Valentino, Miu Miu e Giorgio Armani, lo stilista milanese nel 2015 ha deciso di creare il suo brand di moda high-end e sostenibile. Per #MFW20 presenta la sua collezione dal titolo Tilt System.Partendo dal presupposto che la moda è il perfetto specchio della società, Gilberto Calzolari propone lo spaccato dei social network, che ostentano strabilianti vite fake in antitesi ad un mondo pieno di contrasti, dove un sistema in tilt si riflette anche sulla natura. Una collezione che pone l’accento su queste contraddizioni e vuole limitare l’assurdo spreco della società dei consumi: il risultato sono outfit innovativi ed originali da comporre e scomporre secondo il proprio estro, in un guardaroba eclettico che mischia elementi femminili a dettagli dal taglio rigorosamente maschile, capi invernali accostati a capi estivi, ed estivi, a sottolineare che la natura ha sovvertito l’ordine delle stagioni, una collezione che unisce colori accesi a righe sfalsate in black and white, o a elementi geometrici dissonanti in uno stile contemporaneo ed attuale. 

MONCLER

Sfilata di grande impatto quella di Moncler Genius, che ha sfilato il 19 febbraio all’Ex Macello. Fedele al messaggio “One House, Different Voices”, il brand ha predisposto 12 installazioni per altrettante “visioni”. Ad accogliere i 4000 ospiti presenti, tra cui l’attore Will Smith testimonial del brand, un’installazione di bici, voluta per sottolineare l’apertura verso altri mondi. All’interno del grande spazio abbandonato, dieci differenti box mostrano le collezioni dei “genius” creativi al lavoro per Moncler

Tra le presentazioni più spettacolari quelle di Craig Green, con stampanti che sembrano dare vita ai piumini e di Sandro Mandrino con acrobati che si arrampicano sulle pareti per mostrare al pubblico i nuovi piumini bianchi, su cui la luce disegna dei graffiti. Ma trovano spazio anche le valigie, frutto della collaborazione con Rimowa, ipertecnologiche compagne di viaggio con led dove far apparire tramite un’app, il messaggio che si vuole.

CASADEI

Sparkling e liberty details per le creazioni di Casadei, tacchi impreziositi da catene e molte celebrities nello spazio allestito a Palazzo Bovara. Oltre a Maria Vittoria Cusumano, sono passate Diletta Leotta, Olivia Palermo, Nina Zilli, Melissa Satta, Giulia De Lellis e molte altre.

EMILIO PUCCI

Straordinariamente innovativa la collezione che Christelle Kocher, vincitrice dell’ANDAM Grand Prize 2019, ha firmato insieme a Emilio Pucci. La stilista ha partecipato alla Fall Winter 2020 Milano Fashion Week in qualità di guest designer. Un connubio sancito da un nuovo logo, che vede l’unione delle due firme: una collezione che è celebrazione della femminilità e risultato di una ricerca e reinterpretazione in chiave attuale dei modelli iconici provenienti dagli archivi della maison fiorentina. Dal blu elettrico al fucsia e dal lilla alle celebri stampe, che hanno reso il marchese Emilio Pucci famoso in tutto il mondo: le fantasie Lupa e Selva della Collezione Palio, create da Emilio Pucci nel 1957 diventano must have della proposta creativa della maison. Questi i colori che animano la nuova collezione. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it