Occhiali con i lego, l'ic 'Del Vergante' di Invorio vince premio innovazione

Occhiali con i lego, l’ic ‘Del Vergante’ di Invorio vince premio innovazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NOVARA – Creatività unita a imprenditorialità dà vita a nuove e originali idee. Così alunni e alunne di una classe seconda dell’istituto comprensivo ‘Del Vergante’ di Invorio si sono inventati degli occhiali fatti di lego, poi hanno simulato il processo d’impresa, hanno organizzato addirittura la sfilata coinvolgendo altre compagne e alle fine hanno predisposto la presentazione online dei modelli con teste virtuali e relativi codici qr del prodotto. È con questa proposta innovativa che hanno vinto il premio ‘Scuola digitale’, promosso dal ministero dell’Istruzione nell’ambito dell’omonimo piano nazionale, arrivando primi tra i dodici finalisti delle scuole del primo ciclo in provincia di Novara.

“Lavoriamo da ottobre- racconta a diregiovani.it la docente Lara Ferrari– dopo l’esperienza a Futura dello scorso anno volevamo continuare a coinvolgere i ragazzi con progetti di innovazione. La simulazione di impresa, che peraltro non è richiesta alle scuole del primo ciclo, è stata un’idea spontanea proprio dei ragazzi- continua Ferrari che aggiunge- Il professore di tecnologia stava studiando un modo per spiegare meglio le proiezioni ortogonali, io nelle mie lezioni stavo usando i lego. Un giorno, smontando una costruzione, i ragazzi hanno creato degli occhiali così originali da decidere di sviluppare l’idea. Abbiamo fatto riunioni operative, fondato l’impresa, creato il logo e realizzato la musica per la sfilata, persino scritto una lettera alla Camera di Commercio di Novara per informarli della nascita della nostra impresa”.

Ora, con i 1000 euro ricevuti come vincitori, l’istituto ‘Del Vergante’ ha accesso automaticamente alla fase regionale del prossimo 25 marzo a Torino, così come l’istituto superiore ‘Fauser’ che invece ha vinto tra le scuole del secondo ciclo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it