Coronavirus, consulta studentesca di Novara: "Lezioni on line molto utili"

Coronavirus, consulta studentesca di Novara: “Lezioni on line molto utili”

I maturandi seguono il programma attraverso portale del ministero dell'Istruzione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NOVARA – Pensavano di ritornare sui banchi lunedì 2 marzo, ma così non è stato. Gli studenti di Novara, però, non si sono abbattuti. “Fortunatamente il ministro Azzolina ha messo a disposizione una pagina web per supportare la didattica a distanza, che per noi studenti novaresi si è rivelata molto utile”, ha detto il vicepresidente della consulta studentesca di Novara, Tommaso Pontremoli, e maturando all’istituto ‘Fermi’ di Arona, rivolgendosi alla sua comunità di studenti per invitarli a sfruttare al meglio queste ore di sospensione didattica causate dall’emergenza sanitaria.

“È fondamentale dar prova di capacità di ripresa in questo periodo di inattività, perché solo così si potrà ritornare alla normalità- ha proseguito Tommaso, che poi ha riconosciuto le difficoltà legate a questa inedita situazione- per me, come ogni studente di quinta superiore, perdere così tante ore di lezione non è affatto proficuo, la maturità è alle porte e non sappiamo ancora quando rientreremo in classe. Però fare lezione a distanza ci permette di restare al passo con il programma ministeriale rendendo queste giornate di assenza produttive”.

In questi giorni anche la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, ha detto: “la scuola italiana sta dimostrando grande capacità di reazione, da questa fase di emergenza dobbiamo rilanciare il tema dell’innovazione didattica”. Anche la consulta, racconta il vice, tiene il passo: “Sull’onda delle lezioni online sta organizzando riunioni in videochiamata con tutti i rappresentanti della provincia”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it