Fumetti "in divenire" raccontano i giorni del Coronavirus

Fumetti “in divenire” raccontano i giorni del Coronavirus

"Perché proprio una Panda?" è il libro digitale che prende vita dagli studenti del corso di Graphic Novel della Scuola Romana dei Fumetti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Roma – Nella mobilitazione ai tempi del Coronavirus che coinvolge tutto il mondo della cultura, la “Nona arte” sa decisamente il fatto suo. Tra dirette social, film da vedere e libri da leggere online, nascono anche progetti e storie che si assumono la preziosa responsabilità di “raccontare”. Da un’idea del fumettista Stefano Simeone, docente della classe di Graphic Novel della Scuola Romana dei Fumetti, nasce “Perché proprio una Panda? Fumetti mentre il virus”. Un libro digitale, gratuito e aperto a tutti, che mette insieme più storie disegnate dedicate a questi “giorni strani”.
 
«Forse il fumetto in questa occasione è uno degli strumenti migliori per raccontare e filtrare la realtà. – Racconta Simeone – I ragazzi sono bravissimi, insieme abbiamo realizzato il progetto in pochissimi giorni.»
 
Già online su issuu.com, pronto per essere sfogliato e scaricato, Perché proprio una Panda? è un contenitore con un potenziale enorme. Una fotografia in tempo reale di giornate difficili con la firma di autori diversi.
 
«Ci hanno chiesto di pensare a un’automobile. – Scrivono i ragazzi – Abbiamo pensato a una Ferrari, a svariati fuoristrada, a macchine volanti che sparano laser oppure a scatole di cartone alimentate dal vento. Poi, l’auto è arrivata. È una Panda. Perché proprio una Panda? Non lo sappiamo, ma è lì e dobbiamo farci i conti.»
 
Lo chiamano “libro in divenire” perché è richiesta la partecipazione di tutti. Non bisogna essere per forza studenti del corso, chiunque può condividere le proprie tavole nella home della pagina Facebook @Propriounapanda e taggarsi. I nuovi lavori, periodicamente, saranno raccolti e inseriti nel libro.
Perché le storie vanno in giro e fanno molto bene.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it