Coronavirus. Napoli, preside liceo 'Flacco': "Garantire a tutti didattica a distanza"

Coronavirus. Napoli, preside liceo ‘Flacco’: “Garantire a tutti didattica a distanza”

Secondo la dirigente necessario abituarsi all'idea che chiusura scuole prosegua
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “In questo momento di crisi, dobbiamo fare tutto il possibile, anche di più, per garantire a studenti e studentesse il diritto fondamentale all’istruzione, scritto nella nostra Costituzione”.

Con queste parole Iolanda Giovidelli, dirigente scolastica del liceo ‘Flacco’ di Portici, in provincia di Napoli, commenta il momento che sta vivendo l’istituto durante la crisi dovuta alla diffusione del covid-19. L’istituto vesuviano ha dovuto fronteggiare insieme alle altre scuole del paese la sfida della dematerializzazione e della didattica a distanza, avendo poco tempo per organizzarsi al meglio:

“La situazione è particolare e complessa, stiamo parlando di un metodo quasi nuovo, testato solo in via sperimentale- ha sottolineato la preside– abbiamo lavorato e stiamo lavorando affinché si possa avere una dematerializzazione ‘completa’ in tempi rapidi non solo per quanto riguarda la didattica ma anche per tutti i lavoratori e le lavoratrici della scuola”.

Per effetto delle ultime disposizioni governative infatti, le scuole dovranno essere aperte solo per attività indifferibili, spingendo quindi gli istituti ad organizzarsi per il lavoro da remoto anche in quest’ambito. Didattica a distanza e lavoro da remoto che diventano quindi non più solo una possibilità ma un vero e proprio obbligo per le scuole:

“La didattica a distanza deve diventare la nuova didattica anche perché non é detto che le scuole dopo il tre aprile riapriranno- sottolinea la preside Giovidelli– quello che preme ora è essere inclusivi, dobbiamo monitorare e, se possibile, risolvere le situazioni di molti studenti e studentesse che non sono dotati degli strumenti per la didattica a distanza per, ribadisco, garantire a tutti e tutte il diritto all’istruzione. In questo- conclude- i dirigenti devono assumersi la responsabilità di guidare la scuola in un momento così delicato”. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it