In vigore la nuova legge sul libro: ecco cosa cambia

In vigore la nuova legge sul libro: ecco cosa cambia

Tra i punti più discussi, il tetto massimo del 5% sugli sconti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Un “Piano nazionale d’azione per la promozione della lettura”, una carta della cultura e, soprattutto, un tetto massimo ridotto sulla scontistica. Sono queste alcune delle novità introdotte nella legge sul libro, ufficialmente in vigore da oggi, 25 marzo.

Tra i punti più discussi della norma vi è il limite del 5% di sconto applicabile sul prezzo di copertina dei libri, sia per i rivenditori fisici che per quelli online, come Amazon.
Il provvedimento vuole così venire incontro alle esigenze delle piccole librerie, schiacciate dalla concorrenza dei colossi dell’e-commerce.

Ma ecco nel dettaglio tutte le novità della legge sul libro:

TETTO DEL 5% AGLI SCONTI

Per sostenere le piccole librerie viene modificata la legge sul prezzo dei libri portando al 5% la percentuale massima di sconto (prima era al 15%), elevata al 15% per i soli libri scolastici (prima era al 20%). I nuovi limiti sulla scontistica si applicano anche alle vendite online mentre restano escluse le vendite alle biblioteche. Le case editrici possono effettuare uno sconto maggiore, ma non superiore al 20 per cento, e in alcuni mesi dell’anno.

PIANO NAZIONALE PER LA PROMOZIONE DELLA LETTURA

Maggiore attenzione al territorio. Il Mibact dovrà adottare ogni tre anni il Piano nazionale d’azione per la promozione della lettura, finanziato con 4.350.000 euro all’anno e predisposto, coordinato e attuato dal Centro per il Libro e la Lettura, anche in relazione ai ‘patti locali per la lettura’ declinati sul territorio per coinvolgere scuole, biblioteche e altri soggetti privati.

INCREMENTO TAX CREDIT LIBRERIE

La legge incrementa di 3.250.000 euro il credito di imposta di cui possono usufruire gli esercenti di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati, o nel settore di vendita al dettaglio di libri di seconda mano.

CARD CULTURA DA 100 EURO PER L’ACQUISTO DI LIBRI

I nuclei familiari economicamente svantaggiati disporranno di una carta elettronica di importo nominale di 100 euro da utilizzare, entro un anno, per l’acquisto di libri.

LA CAPITALE ITALIANA DEL LIBRO

È istituito dal 2020 il titolo di ‘Capitale italiana del libro’, che verrà conferito ogni anno dal Consiglio dei ministri all’esito di una apposita selezione sulla base dei progetti delle città che si candidano. La ‘Capitale italiana del libro’ riceverà un finanziamento di 500.000 euro per la realizzazione di progetti.

NASCE L’ALBO DELLE LIBRERIE DI QUALITÀ

Il Mibact riconoscerà la qualifica di ‘Libreria di Qualità’ agli esercizi meritevoli secondo criteri che verranno stabiliti con un successivo decreto.

UN MILIONE DI EURO PER LA FORMAZIONE DEI BIBLIOTECARI DELLE SCUOLE

Viene previsto un fondo di un milione di euro per formare il personale delle scuole delle reti di istituti impegnato nella gestione delle biblioteche scolastiche.

SEMPLIFICAZIONE PER LE DONAZIONI LIBRARIE

La legge disciplina e semplifica le donazioni di libri non più commerciabili o non idonei alla commercializzazione per imperfezioni, alterazioni, danni o vizi. Le cessioni gratuite di libri non più commercializzati sono esclusi dall’applicazione dell’Iva.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it