Coronavirus: Canicattì, dall’istituto ‘Galilei’ una canzone per ridare speranza

Un esperimento ideato grazie alla didattica a distanza

AGRIGENTO – “Io ce la farò, noi ce la faremo”. È la canzone che i ragazzi dell’IISS ‘Galileo Galilei’ di Canicattì (Agrigento) – coordinati dal professore Antonio Pio Lo Brutto e con l’aiuto degli insegnanti Salvatore Venturella e Serena Di Maida – hanno realizzato in questi giorni per affrontare questo periodo di emergenza da coronavirus. Un messaggio forte e significativo che gli studenti hanno voluto dare attraverso la musica.

“In questo periodo difficile per tutti, abbiamo deciso- spiegano i ragazzi e gli insegnanti coinvolti- di spendere buona parte del nostro tempo nella realizzazione di questo brano. Noi ce la faremo e ne siamo sicuri, noi ce la faremo perché siamo giovani che fanno parte di una comunità forte ed adesso unità più che mai. Un messaggio potente rivolto a tutto il mondo nella speranza di non perdere mai quest’ultima perché come si suol dire, è proprio l’ultima a morire. Sfruttiamo questo brutto periodo per amare ancor più la nostra famiglia cercando di capire quali siano i veri concetti di felicità e serenità, sfruttiamolo per studiare, per leggere dei libri e dedicare del tempo a noi stessi. Torneremo alla normalità più forti di prima, con più voglia di fare, di gioire insieme alle persone che adesso ci mancano moltissimo e con la consapevolezza di dare più valore ai nostri giorni”. 

2020-03-30T14:11:26+02:00