Coronavirus, rinviata l'uscita al cinema di Top Gun: Maverick

Coronavirus, rinviata l’uscita al cinema di Top Gun: Maverick

Le parole di Tom Cruise
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono passati 33 anni da quando Tom Cruise è apparso sul grande schermo in Top Gun nei panni di Pete ‘Maverick’ Mitchell: il pilota con il giubbotto di pelle e gli occhiali scuri che ha fatto sognare tante generazioni non solo per la sua bellezza in sella alla sua motocicletta ma anche per la storia d’amore con l’istruttrice Charlotte ‘Charlie’ Blackwood. Una passione scandita dalle note dei Berlin in Take My Breath Away. Diventato un cult del cinema, la pellicola racconta l’aeronautica militare degli Stati Uniti attraverso le vicende di Mitchell. 

Qualche mese fa, per la gioia dei fan, era stato annunciato il ritorno al cinema del pilota Mitchell nel sequel ‘Top Gun: Maverick‘. Diretto da Joe Kosinski, in questo nuovo capitolo Maverick è diventato un istruttore di volo ed ha preso a cuore l’aspirante ‘top gun’ Bradley Bradshaw(interpretato da Miles Teller, tra le new entry nel cast), figlio del suo ex partner di volo Nick ‘Goose’ Bradshaw (interpretato da Anthony Edwards). Nel cast, anche Val Kilmer, di nuovo nel ruolo di Thomas ‘Iceman’ Kazansky.

Come si legge su Variety, l’uscita al cinema era prevista per giugno, ma causa dell’emergenza Coronavirus, che sta costringendo l’industria cinematografica a rinviare ogni sua manifestazione, il debutto sul grande schermo del sequel è stato rinviato al 23 dicembre 2020.

So che molti di voi hanno aspettato 34 anni. Sfortunatamente, ci sarà da aspettare ancora un altro po’. Top Gun: Maverick spiccherà il volo a dicembre. State tutti al sicuro“, ha scritto Tom Cruise in un tweet.

GUARDA IL TRAILER

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it