Scuola, la rete eTwinning punta su solidarietà e formazione

Scuola, la rete eTwinning punta su solidarietà e formazione

700 docenti creano 'sos didattica a distanza'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – Nell’Unione europea i principi di solidarietà e collaborazione prosperano nel mondo della scuola con eTwinning, la più grande community europea di insegnanti attivi in progetti collaborativi tra istituti scolastici. L’azione europea eTwinning si realizza attraverso una piattaforma informatica che coinvolge i docenti facendoli conoscere e collaborare in modo semplice, veloce e sicuro, sfruttando le potenzialità del web per favorire un’apertura alla dimensione comunitaria dell’istruzione e la creazione di un sentimento di cittadinanza europea condiviso nelle nuove generazioni. È nata nel 2005 su iniziativa della commissione europea ed è attualmente tra le azioni del Programma Erasmus+ 2014-2020. In Italia è gestita dall’Agenzia Erasmus+ Indire.

Rappresenta il percorso privilegiato e lo strumento ideale per aprirsi ad una nuova didattica basata su progettualità, scambio e collaborazione, in un contesto multiculturale e con numerose opportunità di formazione e riconoscimento di livello internazionale. A livello europeo, sono iscritti a eTwinning più di 790mila insegnanti in 36 paesi, di cui circa 80mila in Italia. “Le scuole italiane- dichiara Flaminio Galli, direttore generale dell’Agenzia Erasmus+ Indire- registrano ogni anno risultati sempre in crescita rispetto agli altri paesi europei. I progetti attivati nella piattaforma dai nostri istituti rappresentano esempi di qualità che possono essere diffusi in Italia e in Europa come buone pratiche di innovazione didattica sostenibile e facilmente accessibile a tutti i docenti”. Per far fronte all’emergenza Covid-19, e alla relativa chiusura delle scuole, la community eTwinning si è mobilita lanciando l’iniziativa ‘sos didattica a distanza’ a supporto dei docenti italiani iscritti. 

Fino al termine dell’emergenza, sono stati attivati un ‘gruppo eTwinning’ in piattaforma sul tema con iniziative di scambio e condivisione di buone pratiche, risorse ed esperienze tra docenti iscritti. È stato inoltre attivato un ciclo di webinar con esperti della didattica a distanza aperti a tutto il personale scolastico. Il calendario e le registrazioni degli appuntamenti svolti sono consultabili online sul sito etwinning.it e fanno parte dell’offerta formativa di Indire a supporto delle scuole.

Grazie all’iniziativa, oltre 700 insegnanti stanno condividendo con la community materiali, risorse, forum tematici ed eventi online al fine di supportare i docenti e le scuole in questo difficile momento di chiusura della didattica tradizionale. Il tutto in favore di un approccio basato su una didattica a distanza e della cooperazione, sfruttando le potenzialità degli strumenti in piattaforma e non solo. I docenti iscritti nella piattaforma si stanno inoltre attivando per creare nuovi progetti di collaborazione a distanza con altre scuole europee interessate dal lockdown. 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it