Reclusi in casa: 5 consigli per trascorrere le serate in compagnia

Reclusi in casa: 5 consigli per trascorrere le serate in compagnia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il periodo di reclusione forzata che stiamo vivendo ci costringe ad affrontare momenti di forte isolamento. Se da una parte questa condizione ci permette di avere uno spazio di introspezione e l’opportunità di imparare a tollerare la solitudine, dall’altra rischia di alimentare vissuti di sconforto e tristezza in particolare nelle ore serali. La sera è infatti un momento molto importante in cui, dopo aver trascorso la giornata con i propri impegni e doveri, è legittimo sentire il bisogno di riposo e svago. In particolare, per i giovani la sera rappresenta un momento di condivisione da trascorrere in compagnia con i propri amici e coetanei. Il rischio in questo momento è che l’isolamento forzato possa condurre ad una chiusura in se stessi e ad una difficoltà a gestire le forti emozioni che questa situazione può scatenare. È dunque importante cercare di coltivare le proprie relazioni sociali e a questo scopo la tecnologia ci viene in grande aiuto, poiché permette di restare in contatto anche a distanza con i propri amici, nella maniera più diretta possibile.

Cosa fare per non sentirsi soli la sera

1) VIDEOCHAT. Il mezzo più rapido e semplice per contattare i propri amici è quello delle videochat. Ci sono diverse applicazioni che si possono utilizzare a tale scopo e che permettono di comunicare tramite il canale visivo con gli altri. In questo modo è possibile trascorrere con i propri amici quei momenti della serata che solitamente si passano in compagnia.

2) FILM CONDIVISI. Anche a distanza è possibile svolgere un’attività che spesso si pratica in compagnia come quella di guardare un film. Alcune applicazioni infatti permettono di organizzare delle visioni condivise con altre persone e di commentare in diretta il film.

3) GIOCHI DA TAVOLO. Per gli amanti dei giochi da tavolo c’è la possibilità di organizzare delle partite a distanza con i propri amici. Basta scaricare l’applicazione specifica del gioco e vedere se questa permette di creare partite condivise private o pubbliche.

4) SOCIALIZZARE CON I VICINI. Durante l’orario dell’aperitivo si può sfruttare il balcone di casa per condividere collettivamente un momento di musica e svago con i propri vicini, soddisfacendo così il bisogno di sentirsi parte di una comunità a prescindere dalla distanza fisica con gli altri.

5) BALLARE DA SOLI MA INSIEME. È possibile sfruttare l’effetto benefico che la danza e la musica hanno sul corpo e la psiche e creare una dimensione collettiva di ballo anche a distanza. Alcuni locali e discoteche infatti trasmettono live in streaming i loro dj set in modo da permettere di ricreare l’atmosfera del proprio locale preferito anche dentro casa.

Cosa fare senza uscire?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it