Università a distanza fino ad agosto, poi didattica 'mista'

Università a distanza fino ad agosto, poi didattica ‘mista’

Il ministero dell'Università e della Ricerca ha stabilito quali saranno i criteri da adottare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nelle università avanti con la didattica a distanza fino ad agosto, per poi proseguire con una modalità ‘mista’ da settembre a gennaio 2021. È partita negli atenei italiani la pianificazione delle fasi 2 e 3 dell’emergenza Covid-19. Il ministero dell’Università e della Ricerca, attraverso un’informativa data ai dipartimenti, ha infatti stabilito quali saranno i criteri da adottare da maggio ad agosto per quel che riguarda il breve termine.

Quindi, attività collettive solo quando strettamente necessarie e solo con adeguate misure di sicurezza. Per tutti gli altri, avanti con la didattica a distanza. La stessa sarà garantita anche per pendolari e studenti internazionali. Anche l’attività amministrativa proseguirà ancora in modalità tele-lavoro. Per la fase 3, invece, è stato indicato il periodo che va da settembre a gennaio 2021 e le modalità saranno simili alla fase precedente: attività individuali solo a piccoli gruppi, attività collettive solo in presenza da limitare e solo in presenza di adeguate misure di sicurezza. Infine, alcune indicazioni agli atenei per il raggiungimento degli obiettivi elencati. Questi dovranno potenziare le infrastrutture digitali, e provvedere alle formazione digitale dei docenti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it