Pescara, la Dad tra inglese e letteratura

Pescara, la Dad tra inglese e letteratura

Studenti dell'istituto 'Aterno-Manthone' girano video omaggio a Shelley, Joyce e Lloyd Webber
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dad e studio di una lingua straniera? All’istituto tecnico statale ‘Aterno-Manthone’ di Pescara gli studenti dei corsi serali, coordinati dalla professoressa d’inglese Roberta Polimanti, hanno girato tre video in cui leggono il ‘Frankenstein’ di Mary Shelley, interpretano il musical ‘Jesus Christ superstar’ di Andrew Lloyd Webber e intervistano James Joyce sulla nota opera ‘The Dubliners’. Così, gli studenti e le studentesse, oltre a fare pratica della lingua, si confrontano con alcuni tra i massimi esponenti della letteratura inglese e coi temi centrali delle loro opere – la diversità, la paura, la natura, la vita e la morte, il senso di paralisi – per affermare però con il sorriso il messaggio contrario, riassunto nell’hashtag che loro stessi hanno scelto ‘#CoronaVirusnoinoncifermiamo‘. Matteo Leone, in particolare, alunno dell’ultimo anno, si è inventato un’intervista ideale a Joyce, in cui interpreta il doppio ruolo di giornalista di scrittore:

“Il compito assegnato era quello di pensare all’intervista- spiega la professoressa Polimanti- L’alibi poteva fare tre domande a scelta all’autore in base a quanto studiato e letto, e ovviamente doveva anche rispondere come fosse stato l’autore stesso. Lo studente non solo ha ideato interamente l’intervista, ricoprendo il doppio ruolo, ma ha anche avuto l’idea di farne un video”.

I video sono pubblicati su ‘La scuola fa notizia‘, il giornale degli studenti promosso da diregiovani.it.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it