Napoli, preside istituto Alpi Levi: "Prepariamo alunni non solo edifici"

Napoli, preside istituto Alpi Levi: “Prepariamo alunni non solo edifici”

Le parole della dirigente Rosalba Rotondo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Sugli esami non in presenza delle scuole medie, dobbiamo tenere a mente che purtroppo quello che impera in questi tempi è l’epidemia, tutto può cambiare in virtù della sicurezza dei ragazzi e delle ragazze. Mi rendo conto che in questo modo si toglie un po’ di solennità questi eventi che non sono solo scolastici, ma riguardano la vita di alunni e alunne, tuttavia la loro sicurezza è la priorità”.

Con queste parole la dirigente scolastica Rosalba Rotondo, dell’istituto ‘Alpi Levi’ di Scampia si rivolge ad alunne e alunne delle scuole medie. Studenti e studentesse che completano il percorso di istruzione secondaria di primo grado non sosterranno le prove nel loro istituto ma presenteranno una tesina, in alcuni casi con un colloquio telematico. La preside Rotondo si augura però che al ritorno in classe a settembre si possa usare la Dad solo in via integrativa, tornando tra i banchi di scuola.

“Sappiamo tutti che le lezioni in presenza sono insostituibili, dobbiamo dunque fare tutti gli sforzi possibili per ritornare in classe. Qualora però ciò fosse possibile solo in parte dobbiamo preparare non solo le scuole dal punto di vista di dotazioni tecnologiche ma soprattutto gli alunni e le alunne che così potranno affrontare al meglio l’eventualità di un ritorno misto tra didattica a distanza e in presenza e il conseguente sentimento di lontananza dalla scuola”, ha concluso la preside. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it