VIDEO | A Fiumefreddo di Sicilia la didattica a distanza diventa divertente

VIDEO | A Fiumefreddo di Sicilia la didattica a distanza diventa divertente

I piccoli della seconda F hanno realizzato un video interdisciplinare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È una sorta di telegiornale fatto dai piccoli quello che hanno messo in video gli insegnanti della seconda F dell’istituto ‘Verga’ di Fiumefreddo in provincia di Catania. I docenti hanno pensato di coinvolgere in prima battuta i più piccoli in un progetto interdisciplinare che ha dato modo agli allievi di esprimersi nei diversi linguaggi. Una sperimentazione interessante che ha dato un nuovo appellativo alla Dad. Infatti le maestre hanno scelto di aggiungere all’acronimo un’altra ‘D’ trasformandola in ‘didattica a distanza divertente’.

“II dover improvvisare metodi e strategie nuove, per docenti, alunni e famiglie- spiega la maestra Patrizia Nunzio- poteva veramente essere un disastro, invece, la creatività e l’entusiasmo dei bambini, nel continuare ad essere classe e scuola, ha fatto sì che alcune docenti della scuola primaria del ‘Verga’ di Fiumefreddo di Sicilia progettassero la Dad- didattica a distanza divertente”.

Il progetto, che raccoglie il bisogno dei bambini di restare gruppo, ma anche l’esigenza di docenti e genitori di continuare ad essere comunità, ha coinvolto tutti gli alunni della seconda F della scuola primaria dell’istituto e si è sviluppato attraverso la tecnica del role playing: attraverso la simulazione del ruolo del docente, i bambini hanno esposto lezioni di tutte le discipline, come se fossero de veri e propri maestri.

Il video ‘Lasecondaeffenonsiferma’, realizzato dai piccoli alunni professori-attori attesta il percorso svolto e mostra come, attraverso questo, i piccoli maestri abbiano conseguito obiettivi didattici trasversali alle discipline, oltre che sociali e civiche, in modo creativo e divertente.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it