Gregory Tyree Boyce, l'attore di Twilight è stato ritrovato morto

Gregory Tyree Boyce, l’attore di Twilight è stato ritrovato morto.

Ritrovata senza vita anche la fidanzata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È morto all’età di trent’anni Gregory Tyree Boyce, l’attore reso celebre per il ruolo di Tyler Crowley nella saga di Twilight. Il suo corpo, insieme a quello della sua fidanzata Natalie Adepoju, è stato ritrovato senza vita lo scorso 13 maggio nella sua casa di Las Vegas. La causa dei decessi è ancora ignota. Come riporta E!News, a ritrovare la coppia senza vita è stata la cugina di Boyce. Lei, a conoscenza del fatto che il cugino sarebbe dovuto partire per Los Angeles per fare visita a sua figlia Alaya di 10 anni (avuta dalla precedente relazione), si è insospettita quando ha trovato la macchina dell’attore parcheggiata nei pressi della sua abitazioni.

LA FAMA ARRIVATA GRAZIE A TWILIGHT

Gregory Tyree Boyce ha raggiunto il successo grazie alla saga di Twilight, nata dai romanzi di Stephenie Meyer. Nel film, con protagonisti Robert Pattinson (il vampito Edward Cullen) e Kristen Stewart (l’umana Bella Swan), l’attore interpreta Tyler Crowley, tra i compagni di scuola di Bella. Ricordiamo il personaggio di Boyce per aver quasi investito Bella nel parcheggio della scuola in Twilight. Tragedia sventata dall’affascinante Edward. 

I FILM DELLA SAGA

Twilight è uscito al cinema nel 2008, The Twilight Saga: New Moon nel 2009, The Twilight Saga: Eclipse nel 2010 e i due capitoli finali Breaking Dawn Parte 1 e Parte 2, usciti rispettivamente nel 2011 e nel 2012. Il primo film è stato diretto da Catherine Hardwicke, il secondo da Chris Weitz, il terzo da David Slade e gli ultimi due da Bill Condon.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it