A me non da fastidio che lui ha amici ma che io non ho amicizie…

Buongiorno, scusate se vi scrivo cosí spesso, avrei bisogno di chiarire una cosa: a me non dà fastidio che lui abbia gli amici ma che appunto io non ho amicizie e lui si e lui puó uscire e io invece dal momento che non ne ho non posso fare questa cosa, se non uscire da sola o con famigliari. 
Cordiali Saluti

 
                                                                                                               Veronica

Cara Veronica,
non c’è motivo per cui scusarsi, siamo qui proprio per accogliere le vostre richieste e per aiutarvi a dare luce alle riflessioni che condividete.
È normale che nel confronto con il partner emerga  il desiderio di vivere determinate esperienze a cui l’altro accede già da tempo, senza difficoltà e con gratificazione.
Inoltre, ci sembri molto consapevole dell’importanza dei rapporti amicali per il tuo fidanzato e che questi rappresentano per lui una grande risorsa ed un punto di riferimento fondamentale.
È come quando qualcuno  parla di una località lontana che vale la pena di visitare. Nasce nell’immediato la fantasia di fare esperienza di quei luoghi , ci si immagina già nei panni dell’interlocutore, anche se sembra davvero lontana la concretizzazione di quel desiderio.
Pensiamo che sia fisiologico avere questi sentimenti e sentire che qualcosa manca.
In questa direzione, comprendiamo maggiormente il tuo timore di perdere tale legame. L’investimento esclusivo, diretto verso un unico obiettivo, fa si che la paura dell’assenza assuma un valore maggiore e dunque generi ansia e preoccupazione.
Puoi  utilizzare queste riflessioni per provare a coltivare maggiormente rapporti amicali, cercando di dedicare del tempo alla tua individualità, la quale non significa “restare da soli” ma “fare esperienza partendo dai propri bisogni” .
Coltivare uno sport, una passione, un hobby può avvicinare al mondo delle amicizie e dunque generare nuovi rapporti di fiducia.
Questo processo è graduale e richiede un’apertura minima per far entrare gli altri.
Hai una buona consapevolezza e questo è un primo step fondamentale. Speriamo di averti fornito spunti di riflessione utili.
Un caro saluto!

 

 


21 Maggio 2020