VIDEO| Curon: alta tensione nel primo trailer della serie italiana

VIDEO| Curon: alta tensione nel primo trailer della serie italiana

Disponibile dal 10 giugno su Netflix
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alta tensione, brividi, mistero e realtà: questi sono gli elementi che emergono dal trailer di Curon, la nuova serie originale italiana Netflix, prodotta da Indiana Production, sarà disponibile dal 10 giugno, in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo.

Dalle prime immagini rilasciate dal colosso di streaming è già chiara l’atmosfera della storia: un supernatural drama in cui mistero, leggenda e realtà si fondono per dare vita ad un racconto capace di trasportare gli spettatori in un incredibile viaggio alla scoperta di se stessi e della propria identità. Un percorso in cui non tutto è come sembra, anche sotto la superficie di quello che conosciamo si nascondono inquietanti misteri.

La serie in sette episodi – diretti da Fabio Mollo e Lyda Patitucci e scritti da Ezio Abbate in veste di head writer insieme agli autori Ivano Fachin, Giovanni Galassi, e Tommaso Matano – si apre con Anna(interpretata da Valerio Bilello) appena tornata a Curon, sua città natale, insieme ai suoi gemelli adolescenti, Mauro (interpretato dalla star dei ‘Cesaroni’ Federico Russo) e Daria (interpretata dalla protagonista di ‘Succede’ Margherita Morchio). Quando Anna scompare misteriosamente, i ragazzi devono intraprendere un viaggio che li porterà a svelare i segreti che si celano dietro l’apparente tranquillità della cittadina e a trovarsi faccia a faccia con un lato della loro famiglia che non avevano mai visto prima. Scopriranno che si può scappare dal proprio passato ma non da se stessi.

Completano il cast della serie – le cui riprese si sono tenute a Curon (Alto Adige), grazie anche al sostegno di IDM Film Fund & Commission, e in Trentino – Anna Ferzetti nel ruolo di Klara, Alessandro Tedeschiin quello di Albert, Juju Di Domenico in quello di Miki, Giulio Brizzi in quello di Giulio, Max Malatesta in quello di Ober e Luca Castellano in quello di Lukas.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it