FEM Modena premia vincitrici sfida ‘Valutare a Distanza’

Premiate le idee dei docenti per le migliori pratiche
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MODENA – Da marzo a maggio il mondo della scuola è stato rivoluzionato a causa del lockdown. Le lezioni, in tutta Italia, sono continuate in via telematica usando le sempre più diffuse piattaforme di videoconference sul web. Grazie a percorsi come ‘Valutare a Distanza’, progetto portato avanti dalla FEM (Future Education Modena) è stato possibile creare una community di professionisti che hanno condiviso il loro sapere tramite webinar e video-pillole.

Sono 465 gli iscritti alle classi virtuali, oltre 10mila le visualizzazioni su YouTube e 2585 le persone coinvolte nella votazione della prova più innovativa, sfida che ha voluto proporre la progettazione di uno strumento di valutazione scelto tra Rubric, Checklist e Portfolio, creati con un’applicazione digitale e abbinati ad un compito originale.

“La valutazione è forse il cuore di tutto il processo di insegnamento e apprendimento, proporre una formazione specifica su questo aspetto – spiega Donatella Solda, direttrice del ‘FEM’– con un approccio molto interattivo e pratico, è risultata una scelta vincente”.

A proporre le idee vincenti: Cristiana Panero, docente di lettere presso l’Istituto Comprensivo Muzzone’ di Racconigi in provincia di Cuneo; Loredana Difonzo, docente di italiano e latino presso il liceo scientifico ‘Scacchi’ di Bari e Stefania Bardhi, studentessa al quinto anno di scienze della formazione primaria, presso la Libera Università di Bolzano. Le 3 vincitrici hanno scelto di riscattare il premio del viaggio in Europa scandinava e baltica, con attività esplorative per bambini della scuola primaria e l’analisi visuale dinamica di un testo letterario in una terza classe di liceo scientifico. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it