Novara, l'Ic Del Vergante in gita a Urbino

VIDEO | Novara, l’Ic Del Vergante in gita a Urbino

Progetto 'Cody trip Urbino' promosso insieme all'università Carlo Bò
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Partire per una gita a Urbino? Si può fare anche a distanza. E’ l’esperimento portato a termine con successo dall’istituto comprensivo ‘Del Vergante’ di Invorio (Novara) grazie alla collaborazione con il professore Alessandro Bogliolo dell’università degli studi di Urbino ‘Carlo Bo’. Bogliolo ha infatti messo a punto ‘CodeMooc’, un programma di formazione e alfabetizzazione sul coding e il pensiero computazionale rivolto a docenti.

Progetto che, durante la quarantena, ha dato vita a ‘CodyTrip Urbino’: “Ci è sembrata una buonissima idea per non cancellare la nostra visita d’istruzione a Urbino- racconta a diregiovani.it Lara Ferrari, docente di inglese e animatrice digitale che, insieme al collega Andrea Pozzi, dal 26 al 27 maggio, ha accompagnato in gita i ragazzi e le ragazze di Invorio- in due giorni abbiamo visitato la città, le sue chiese e i suoi palazzi storici, guidati dal prof Bogliolo, ma abbiamo anche fatto esercizi di coding e pensiero computazionale partecipando a una caccia al tesoro, e alla fine non ci siamo fatti mancare una parte ludica: la sera il pigiama party e, l’indomani, la colazione tutti insieme e un breve allenamento per il risveglio muscolare”.

“E’ stato molto bello secondo me fare la colazione insieme” commenta Stella, un’alunna. “A me invece più di tutto è piaciuta la vista al Palazzo Ducale, con due ragazze che si spiegavano la storia dell’edificio e le battaglie dei cavalieri” dice invece Filippo, un compagno. Per Giulia, infine, è stato interessante “fare un giro in centro città. In collegamento streaming con Bogliolo, lui ci faceva domande su Urbino e noi avevamo a disposizione dei tasti per rispondere”. “È proprio vero che in questo periodo la tecnologia ci ha molto aiutato- concludono soddisfatti Luca e Rachele, studenti dell’ultimo anno di secondaria di primo grado- è una esperienza che ricorderemo per sempre”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it